menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Resta operativa la Centrale unica di committenza capitanata dal Comune di Fossacesia

Dopo l'esperienza positiva da inizio anno, i sindaci hanno deciso di continuare nonostante non ci sia l'obbligo di legge

Lunedì, nel palazzo comunale di Fossacesia, sede della Centrale Unica di Committenza, si è svolta la riunione dei quattro sindaci aderenti alla Cuc, Enrico Di Giuseppantonio (Fossacesia) che è anche presidente, Gianni Di Rito (Rocca San Giovanni), assieme al consigliere Fabio Caravaggio, Maria Giulia Di Nunzio (Santa Maria Imbaro) e Raffaele Nasuti (Bomba).

I primi cittadini, alla luce dell’esperienza maturata, delle pratiche attivate per espletare le procedure di gara per lavori, servizi e forniture, nonché per i benefici prodotti dalla razionalizzazione del personale e delle strutture degli enti, hanno deciso di proseguire l’attività dell’ufficio associato, tenuto conto degli obiettivi raggiunti.

“Dall’inizio del 2019 sono state avviate molte procedure d’appalto e tutti in tempi rapidi, il cui esito, tra l’altro, è stato positivo – ha affermato il sindaco di Fossacesia, Di Giuseppantonio - Nonostante l’obbligo di ricorrere alla Cuc per i Comuni non capoluogo di provincias ia stato sospeso fino al prossimo 31 dicembre 2020 in osservanza del Decreto Legge ‘Sblocca cantieri’, abbiamo comunque deciso di mantenere attiva la convenzione e andare avanti insieme sulla base del positivo giudizio espresso da tutti, in termini di efficienza e efficacia dell’ufficio, guidato dall’ingegner Silvano Sgariglia con la collaborazione dell’ingegner Luca D’Orsogna Bucci”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento