Economia Fossacesia

Resta operativa la Centrale unica di committenza capitanata dal Comune di Fossacesia

Dopo l'esperienza positiva da inizio anno, i sindaci hanno deciso di continuare nonostante non ci sia l'obbligo di legge

Lunedì, nel palazzo comunale di Fossacesia, sede della Centrale Unica di Committenza, si è svolta la riunione dei quattro sindaci aderenti alla Cuc, Enrico Di Giuseppantonio (Fossacesia) che è anche presidente, Gianni Di Rito (Rocca San Giovanni), assieme al consigliere Fabio Caravaggio, Maria Giulia Di Nunzio (Santa Maria Imbaro) e Raffaele Nasuti (Bomba).

I primi cittadini, alla luce dell’esperienza maturata, delle pratiche attivate per espletare le procedure di gara per lavori, servizi e forniture, nonché per i benefici prodotti dalla razionalizzazione del personale e delle strutture degli enti, hanno deciso di proseguire l’attività dell’ufficio associato, tenuto conto degli obiettivi raggiunti.

“Dall’inizio del 2019 sono state avviate molte procedure d’appalto e tutti in tempi rapidi, il cui esito, tra l’altro, è stato positivo – ha affermato il sindaco di Fossacesia, Di Giuseppantonio - Nonostante l’obbligo di ricorrere alla Cuc per i Comuni non capoluogo di provincias ia stato sospeso fino al prossimo 31 dicembre 2020 in osservanza del Decreto Legge ‘Sblocca cantieri’, abbiamo comunque deciso di mantenere attiva la convenzione e andare avanti insieme sulla base del positivo giudizio espresso da tutti, in termini di efficienza e efficacia dell’ufficio, guidato dall’ingegner Silvano Sgariglia con la collaborazione dell’ingegner Luca D’Orsogna Bucci”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta operativa la Centrale unica di committenza capitanata dal Comune di Fossacesia

ChietiToday è in caricamento