menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'incontro

l'incontro

La Camera di Commercio costituisce un gruppo di lavoro per il rilancio di Chieti

Tra i progetti che l’Ente camerale vuole realizzare a breve termine: un bando per un Caffè Letterario nei propri locali tra Corso Marrucino e i Tempietti Romani, un sistema di wifi libero nel centro storico, incentivi per la creazione di nuove attività commerciali

Un bando per la realizzazione di un Caffè Letterario nei locali della Bottega d’Arte e dell’Expo Room, tra corso Marrucino e i tempietti romani, utilizzare la biblioteca di recente rinnovata nel palazzo di piazza Vico come laboratorio di idee per le start up innovative, realizzare un sistema di wi-fi libero nel centro storico, concedere incentivi per la creazione di nuove attività commerciali. Sono alcuni dei progetti che la Camera di Commercio di Chieti vuole realizzare per contribuire al rilancio della città.

L’ente camerale ha infatti costituito un gruppo di lavoro per la costruzione di un percorso comune di valorizzazione della città. “Il rilancio di Chieti è un tema fondamentale sul quale intendiamo investire” ha detto Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, all’incontro di mercoledì 21 ottobre, aperto agli attori istituzionali della città 

Erano presenti Raffaele Di Felice, assessore del comune di Chieti (assente il sindaco perché ad un funerale), Carmine Di Ilio, Rettore dell’Università D’Annunzio, Lucia Arbace, Direttrice del Polo museale d'Abruzzo, don Luca Corazzari in rappresentanza dell’arcivescovo mons. Forte impegnato al Sinodo della Famiglia, Giancarlo Zappacosta, direttore del Dipartimento Trasporti, Mobilità, Turismo e Cultura della Regione Abruzzo,  i componenti della Giunta camerale, Paolo De Cesare, Francesco Angelozzi, Roberto Di Cicco per la Confcommercio, Marina De Marco per la Confesercenti, il presidente dell’Agenzia di Sviluppo dell’Ente camerale Angelo De Cesare, il segretario Generale della CCIAA di Chieti Paola Sabella. 

I temi del confronto sono stati il ruolo e l’impatto dell’Università sul centro storico, la mobilità tra la parte bassa ed alta e le iniziative di valorizzazione del grande patrimonio culturale presente in città. Tutti temi attuali e sentiti per i quali è arrivato il momento di operare. Il rettore Di Ilio ha raccolto l’invito a collaborare proponendo di svolgere nel centro storico la Giornata dell’Orientamento così come altre attività da individuare. “L’università deve essere presente nella vita della città con una chiara politica dell’accoglienza e, allo stesso tempo, valorizzando l’offerta di servizi al turismo congressuale collegato all’Ateneo”, ha affermato il rettore. Chieti ipogea, parcheggi nuovi, cessione di due strutture per la realizzazione di uno studentato sono alcuni dei progetti per Chieti, mentre don Corazzari ha spiegato che la Diocesi potrebbe valutare di mettere a disposizione per la città e gli studenti alcune strutture di proprietà. 

“E’ necessario però il coinvolgimento delle imprese sul territorio, le strategie vincenti chiedono uno sforzo comune” ha spiegato Giancarlo Zappacosta sottolineando l’importanza di entrare nei circuiti turistici nazionali e internazionali. Palazzi storici di Chieti, apertura di sedi amministrative dell’Ateneo in centro come succede in altre città universitarie sono state invece le proposte di Angelo De Cesare che ha rimarcato “la necessità di facilitare le pratiche amministrative delle imprese commerciali del centro che, se ben incentivate, sono in grado di partecipare attivamente a questo percorso di valorizzazione”.

Il presidente Di Vincenzo ha dato l’avvio ai tavoli tematici per rendere operativa la costruzione del progetto di rilancio della città di Chieti, dove sarà fondamentale la cooperazione delle singole istituzioni. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento