menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Camera di commercio guida il tavolo della progettazione comunitaria nell'area adriatico-ionica

A Mostar, Bosnia Erzegovina, le Camere di commercio partecipanti al Forum delle Camere di Commercio Adriatico Ionico, l’organismo che unisce gli enti camerali appartenenti ai Paesi che si affacciano sulle due sponde

Mostar, in Bosnia Erzegovina, ha chiamato a raccolta le Camere di commercio dell’area adriatico-ionica partecipanti al Forum delle Camere di Commercio Adriatico Ionico, l’organismo che unisce gli enti camerali appartenenti ai Paesi che si affacciano sulle due sponde: Italia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Slovenia, Grecia e Albania.

Dal 4 al 6 aprile si sono tenuti tre importanti incontri nella città bosniaca, cui la Camera di Commercio di Chieti, capofila del tavolo di progettazione europea del Forum, ha portato la sua esperienza di collaborazione con l’Autorità di gestione del Programma Ipa Adriatic Cbc dopo il protocollo firmato lo scorso 8 marzo, che ha prodotto già un primo risultato nei giorni scorsi con un importante seminario formativo sulla progettazione comunitaria.

A Mostar, nella giornata del 4 aprile, la Camera di Commercio di Chieti e l’Agenzia di Sviluppo - Enterprise Europe Network, con la delegazione composta da Roberto Di Vincenzo, presidente della Cciaa di Chieti, Paola Sabella, segretario generale della Camera di Commercio di Chieti e Giovanni Marcantonio, responsabile operativo Agenzia di Sviluppo e responsabile del tavolo di progettazione comunitaria del Forum  AIC, hanno  avuto numerosi incontri con le camere di commercio e le istituzioni di Croazia, Bosnia Erzegovina, Serbia e Montenegro per lo sviluppo di progetti di business e di partenariato per progetti comunitari.

Le giornate successive hanno permesso un focus sulla Nuova Programmazione dei Fondi Eu e Fondi Strutturali Ue 2014-2020 con incontri e conferenze dedicate ai Paesi della area del Mediterraneo e area balcanica ai quali ha partecipato anche l’avvocato Paola Di Salvatore, Managing Authority di IPA Adriatic CBC: “E’ importante capitalizzare l’esperienza di Ipa Adriatic che in questa area è stata molto prolifica, sia per le finalità e per la qualità dei progetti finanziati – ha spiegato l’avv. Di Salvatore – ma è necessario promuovere e diffondere ulteriormente la cultura della progettazione, della gestione e della rendicontazione dei fondi comunitari, soprattutto alla luce dell’impatto finanziario che essi hanno e potranno avere per sostenere le politiche di sviluppo dei territori e delle imprese”.

“Chieti sta diventando l’Hubdi riferimento per la progettazione comunitaria nell’Adriatico a tutto vantaggio di un nuovo posizionamento dell’Abruzzo – afferma Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, presente alla due giorni di lavoro. Il sistema di relazioni che stiamo costruendo è il valore aggiunto alla progettazione comunitaria; proseguiremo tale attività il 5-6 giugno organizzando, con la Camera di Commercio di Pescara e le città di Chieti e di Pescara, una riunione del FORUM delle Camere di Commercio e delle Città dell’area adriatica

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento