menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calzedonia riconverte lo stabilimento di Gissi: produrrà mascherine e camici

10 mila mascherine al giorno: l'aiuto concreto dell'azienda veronese che aveva già chiuso i propri stabilimenti

Mascherine e camici prodotti negli stabilimenti da Calzedonia: il gruppo tessile veronese da ieri ha infatti riconvertito i propri stabilimenti fra cui quello di Gissi mettendo a disposizione impianti e risorse dell'azienda.

L'operazione è stata promossa dal presidente, Sandro Veronesi, che dall'inizio dell'emergenza Coronavirus ha dapprima chiuso tutti i punti vendita delle zone rosse e successivamente quelli di tutta Italia, anticipando i decreti del Governo.

Gli stabilimenti riconvertiti alla produzione di mascherine e camici sono quelli di Gissi, in provincia di Chieti, di Avio (Tn) e gli stabilimenti croati di proprietà del gruppo veronese. La conversione è stata possibile sia grazie all'acquisto di macchinari speciali per la creazione di una linea semi-automatica, sia formando le cucitrici al nuovo tipo di produzione.

Questo nuovo assetto permetterà la produzione di 10mila mascherine al giorno nella fase iniziale, ma si prevede un incremento delle unità prodotte nelle prossime settimane.

Ieri sono state consegnate le prime mascherine all'ospedale e al comune di Verona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento