rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Economia Filetto

Il calzaturificio Lorenza di Filetto entra nel gruppo Florence, primo polo produttivo integrato al servizio dei brand del lusso

L’azienda è stata fondata nel ‘96 da Vincenzo Cicolini e Pina Caramanico ed è specializzata nella produzione di scarpe informali per il settore del lusso

Lorenza Calzaturificio di Filetto è la prima eccellenza manifatturiera abruzzese ad entrare nel Gruppo Florence, primo polo produttivo integrato in Italia al servizio del luxury fashion internazionale. Con l’ingresso dell’azienda specializzata nella produzione di scarpe informali per il settore del lusso, il Gruppo inaugura ufficialmente il segmento dedicato alle calzature.
 
Fondata a Filetto nel 1996 da Vincenzo Cicolini e Pina Caramanico, Lorenza Calzaturificio rappresenta una nuova storia della manifattura italiana di successo. Oggi i fondatori sono affiancati dai figli Emanuele e Lorenza nella gestione. L’azienda ha chiuso il 2021 con un fatturato pari a 23 milioni di euro e registra oggi una crescita con oltre 230 mila paia di scarpe all’anno. Lo stabilimento di circa 3000 mq ospita oltre 70 dipendenti e le divisioni che vanno dalla modelleria e la prototipia, alla produzione, che va dall’assemblaggio al finissaggio, fino al controllo qualità, imballaggio e spedizione.
 
Contestualmente all’ingresso di Lorenza Calzaturifico, ad unirsi a Gruppo Florence sono anche Novarese, storico calzaturificio marchigiano e Officina Ciemmeci, giovane azienda fondata nel 2015 dall’esperienza degli stessi fondatori di Ciemmeci Fashion (già parte di Gruppo Florence da novembre 2020), azienda specializzata nelle serigrafie, lavaggi e stampe su pelle e tessuti.
 
I fondatori di Lorenza Calzaturificio, analogamente alle altre famiglie di imprenditori che hanno già aderito al progetto, acquisiscono una quota di minoranza del gruppo che è controllato per circa il 65% dal consorzio guidato da Vam Investments, Fondo Italiano d’Investimento (tramite Fondo Italiano Consolidamento e Crescita – FICC) e Italmobiliare. Il progetto industriale è volto alla salvaguardia del know-how tecnico e culturale delle produzioni Made in Italy attraverso l’aggregazione delle più eccellenti realtà manifatturiere a servizio dei top brand della moda a livello internazionale.
 
“Con un investimento iniziato meno di due anni fa, siamo molto soddisfatti di aver attirato l’interesse di numerosi imprenditori della filiera ed aggregato così tante eccellenze del Made in Italy. La positiva reazione dei grandi gruppi del lusso sta dimostrando che la nostra idea di offrire l’opportunità di un rapporto più strutturato era un’esigenza del settore” è il commento di Francesco Trapani, presidente di Gruppo Florence.

“Dopo aver aggregato ben quattordici aziende leader in lavorazioni altamente specializzate nelle varie categorie del settore abbigliamento, siamo entusiasti di avviare con Lorenza Calzaturificio e Novarese la seconda fase del nostro progetto e iniziare ad esplorare il settore calzaturiero italiano, riconosciuto in tutto il mondo per il suo storico know-how e per la qualità del suo prodotto” aggiunge Attila Kiss, ceo di Gruppo Florence.

Vincenzo Cicolini, ceo di Lorenza Calzaturificio, commenta così: “Appena mi hanno contattato e presentato il progetto del Gruppo Florence, ne ho parlato con la mia famiglia ed abbiamo deciso di entrare a far parte di questo importante gruppo di eccellenze manifatturiere italiane. Questo sicuramente ci permetterà di garantire e sviluppare al meglio i servizi offerti ai nostri clienti ed assicurare alle nostre maestranze una maggiore stabilità futura. Questo progetto ci dà nuova forza per crescere ancora ed affrontare le continue sfide che ogni giorno si presentano nel settore moda”.
 
 

Lorenza Calzaturificio_ingresso sede-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il calzaturificio Lorenza di Filetto entra nel gruppo Florence, primo polo produttivo integrato al servizio dei brand del lusso

ChietiToday è in caricamento