menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il caldo aumenta il consumo di frutta e verdura: tutti pazzi per la 'panzanella', sulle spiagge cocomero e pesche noci

Ceci e farro diventano protagonisti di insalate estive e contorni proteici. L'indagine effettuata da Coldiretti Abruzzo

Il caldo record di quest'estate incide anche i consumi degli italiani con aumenti che vanno dal +3% per l’ortofrutta al +17% per l’acqua non gassata con un incremento del 19% anche per i gelati in vaschetta. Lo dice Coldiretti sulla base dei dati Nielsen relativi al giugno 2017 che si è classificato al secondo posto tra i piu’ caldi dal 1800 secondo il Cnr.

Come risulta da una indagine effettuata da Coldiretti Abruzzo sulla rete locale di Campagna Amica, nella nostra regione vanno a ruba anche i latticini: mozzarella, ricotte, primo sale e formaggi freschi, seguiti dall’incremento delle vendite di ceci e di farro che diventano protagonisti di insalate estive e contorni proteici, insieme alle più tradizionali ricette “fredde” come la panzanella a base di pomodoro, basilico e olio extravergine, immancabile sulle tavole degli abruzzesi e della stragrande parte delle famiglie italiane che chiudono il pasto con frutta rigorosamente di stagione come cocomero, meloni e pesche noci, spuntino preferito per i vacanzieri da spiaggia.

Meno fornelli, più centifrugati

“L’anomalia climatica – sostiene la Coldiretti - ha influenzato comportamenti e consumi con gli Italiani che non escono di casa, cucinano meno e fanno aumentare gli acquisti di cibi pronti e rinfrescanti oltre che di bibite e frutta che ha fatto registrare nel 2017 il record degli acquisti degli ultimi 17 anni. Un andamento influenzato dalle condizioni meteorologiche, ma anche da uno stile di vita piu’ salutistico con il ritorno della dieta mediterranea”. Un vero boom con l’affermarsi di smoothies, frullati e centrifugati consumati al bar, in spiaggia o anche a casa di frutta e verdura che - precisa la Coldiretti - soddisfa molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l'apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all'azione dei radicali liberi prodotti nell'organismo dall'esposizione al sole, nel modo più naturale e appetitoso possibile. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che - precisa la Coldiretti - sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca.

“Quest’anno poi – aggiunge Coldiretti Abruzzo – a fronte di una diminuzione della produzione dovuta alla siccità, che ha colpito soprattutto frutta e ortaggi, riscontriamo un aumento del grado zuccherino di alcune produzioni, che risultano perciò dolcissime e particolarmente apprezzate dai consumatori. Questo tuttavia – dice Coldiretti Abruzzo – non compensa le difficoltà del settore che soffre anche per i prezzi in calo che non coprono i costi di produzione per effetto delle distorsioni del mercato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento