Dalla Bormioli Pharma offerta vincolante per l'acquisizione di GCL Pharma di Vasto

Bormioli Pharma, azienda leader nella produzione di imballaggi primari in vetro e plastica per uso farmaceutico, continua ad investire per diventare un player sempre più forte nel settore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Bormioli Pharma annuncia oggi l'emissione di un'offerta vincolante per l'acquisizione del 100% di GCL Pharma, azienda italiana del Gruppo Guala Closures, specializzata nella produzione di chiusure in plastica, gomma e alluminio per applicazioni farmaceutiche.

Nel 2019 GCL Pharma ha registrato un fatturato di circa 8 milioni di euro. Nel corso degli anni l'azienda ha dimostrato una forte capacità di innovazione migliorando continuamente la propria gamma di prodotti per soddisfare i più severi standard farmaceutici. La sede principale dell'azienda e lo stabilimento di produzione si trovano a Vasto (Chieti).

Il prezzo di acquisto complessivo offerto per l'acquisizione è di 8,9 milioni di euro.

"Con l'acquisizione di GCL Pharma, continueremo il nostro percorso di crescita. - afferma Andrea Lodetti, Amministratore Delegato di Bormioli Pharma – l’obiettivo è quello di rafforzare la nostra capacità industriale aggiungendo nuove tecnologie che consentano di ampliare la nostra gamma di prodotti, soprattutto nel segmento orale e parenterale, attivando ulteriori sinergie di business".

Marco Giovannini, presidente e CEO di Guala Closures Group ha dichiarato: “Questa cessione permetterà al gruppo Guala Closures di focalizzarsi ancora di più sul core-business e nello specifico sulle chiusure ad alto valore aggiunto e con maggiori prospettive di crescita, incluse le chiusure connesse”.

La chiusura della transazione è prevista nelle prossime settimane.

Torna su
ChietiToday è in caricamento