menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sos lumachine di mare, a Ortona progetto di ripopolamento

Progetto pilota dell'Istituto zooprofilattico di Teramo nel tratto di costa antistante il porto di Ortona per favorire la deposizione delle uova e il ripopolamento del mollusco, la cui presenza però è via via diminuita

Parte da Ortona il progetto di ripopolamento della lumachina di mare 'nassarius mutabilis', mollusco estremamente rilevante nel mare Adriatico dove è considerato l'unica forma di sussistenza per la piccola pesca nel periodo invernale. Negli ultimi anni, forse anche a causa di attività intensive di pesca, la sua presenza però è via via diminuita.

Il progetto pilota è portato avanti dall'Istituto zooprofilattico sperimentale (Izs) di Teramo nel tratto di costa antistante il porto di Ortona e si basa su strutture in grado di favorire la deposizione delle uova, facilitando l'attività riproduttiva e quindi il ripopolamento del mollusco. L'iniziativa ha visto collaborare cinque pescatori della piccola pesca costiera, guidati dagli esperti dell'Istituto zooprofiloattico e della società cooperativa Blue Marine Service.

Il progetto è stato finanziato dal Servizio Economia Ittica e Credito Agrario della Direzione Politiche Agricole e di Sviluppo Rurale, Forestale, Caccia e Pesca, Emigrazione della Regione Abruzzo. Hanno collaborato la Cooperativa di pescatori Sant'Andrea di Ortona e il Gruppo Azione Costiera dei Trabocchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento