menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

BCC Sangro Teatina, Vincenzo Pachioli è il nuovo presidente

Cambio al vertice dopo vent'anni con il nuovo presidente Pier Giorgio Di Giacomo. Nominato anche il CdA per il triennio 2018-2021

Dopo vent’anni, Pier Giorgio Di Giacomo lascia la presidenza di Bcc Sangro Teatina.  Il successore di Di Giacomo eletto ieri domenica 6 maggio dall’assemblea dei soci che si è svolta ad Atessa è Vincenzo Pachioli, già presidente del consiglio sindacale negli ultimi anni che raccoglie il testimone con un impegno chiaro: dare continuità al lavoro svolto negli anni.

“In questi anni – ha detto Pier Giorgio Di Giacomo – ho svolto il lavoro di presidente con onestà, impegno e indipendenza intellettuale. Anche se nell’operare quotidiano avrò sicuramente fatto errori, li ho fatti sempre nella convinzione di aver preso le decisioni ritenute utili per la banca e i suoi soci. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto: da parte mia c’è la consapevolezza di aver dedicato parte della mia vita ad un’attività utile per la nostra comunità. Esprimo al prossimo consiglio e al prossimo presidente l’augurio di continuare a lavorare con professionalità, serietà e spirito collaborativo”.

Da parte sua, Vincenzo Pachioli, neo presidente di Bcc Sangro Teatina, ha affermato che “la nostra banca ha avuto, ha e avrà un ruolo importante per lo sviluppo, la crescita economica e sociale delle nostre comunità. È un’istituzione da difendere, da accrescere e conservare nel superiore interesse di tutti, i soci, i clienti, i dipendenti, i collaboratori, le famiglie le imprese. Il gruppo che si è proposto alla gestione della società per il prossimo triennio è consapevole delle condizioni in cui le banche, e quindi anche la nostra, si trovano ad operare, le difficoltà, la crisi che non si riesce a mettere alle spalle, il mercato che è notevolmente mutato e non da ultimo le regole, sempre più stringenti a cui è sottoposta l’attività bancaria, sia di emanazione comunitaria che nazionale. Fino ad oggi nella gestione l’attenzione è stata posta nella messa in sicurezza la banca, che ha indici patrimoniali di solidità di tutto rispetto e indici di copertura del credito deteriorato importanti, sicuramente bisogna recuperare redditività che nelle attuali condizioni non potrà avvenire sul margine di interesse ma aumentando i ricavi da servizi”.

Il consiglio di amministrazione per il triennio 2018-2021 sarà composto da Vincenzo Pachioli, Nicola Apilongo, Danilo Di Paolo, Vincenzo Cinalli, Alredo Iovacchini, Ida Campanella, Franco Di Nucci, Maria Santini, Alfonso Tambanella, Carmine De Luca, Rocco Junior Flacco. Il collegio sindacale sarà composto da Gabriele Bascelli (presidente), sindaci effettivi Remo Bello e Antonio Zinni, sindaci supplenti Elita Di Croce e Franco Ricciuti. Collegio dei Probiviri, infine: Ermanno Alfonsi (presidente), membri effettivi Luigi Silveri e Angelina Zeffiro, membri supplenti Luigi Cuonzo e Anna Rosa Macatiello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento