menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Baomarc arrivano le rassicurazioni sul reinserimento dei lavoratori ex Honeywell

Lo rende noto l’assessore regionale alle Attività produttive, Mauro Febbo, dopo aver parlato con l’amministratore delegato della società: "Lo stabilimento frentano - conferma -diventerà centrale nella strategia aziendale complessiva"

Dopo la notizia dell’improvvisa scelta di chiudere lo stabilimento di Melfi della Baomarc di trasferire produzione e lavoratori a Lanciano, la proprietà rassicura sugli accordi sottoscritti e sul reinserimento dei lavoratori ex Honeywell, a seguito dell'acquisizione dello stabilimento di Atessa.

Lo comunica l’assessore regionale alle Attività produttive, Mauro Febbo, dopo aver parlato con l’amministratore delegato della società, Andrea Mazzesi. “La società - riferisce l'assessore- dichiara che c'è stato un difetto di comunicazione e che la scelta di chiudere lo stabilimento di Melfi, con trasferimento di maestranze a Lanciano, non pregiudica gli impegni e gli accordi assunti dopo l'acquisizione 'agevolata' dell'ex Honeywell di Atessa. Anzi, lo stabilimento frentano diventa centrale nella strategia aziendale complessiva". 

Febbo conferma anche che a continuerà a vigilare sul pieno rispetto degli accordi presi, confermati anche nell'ultimo tavolo svoltosi al Mise, il 10 giugno scorso: "La priorità di questo governo regionale - conclude - è la soluzione di un’annosa vertenza, ovvero il reinserimento degli ex lavoratori Honeywell”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento