menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banca Carim chiude le filiali a Chieti e in Abruzzo

La Cassa di risparmio di Rimini chiude dieci filiali tra l'Abruzzo e il Molise. L'allarme di Cgil e Fisac Cgil: "Decisioni prese dall'alto, non si conosce il destino dei 40 dipendenti che difficilmente potranno essere riallocati"

La Banca Carim, Cassa di risparmio di Rimini, chiude dieci filiali tra l'Abruzzo e il Molise. Lo annunciano i sindacati Cgil e Fisac Cgil facendo appello a governatori e sindaci.

Le filiali interessate sono quelle di Chieti, Vasto, Pescara e Teramo, per un totale di 25 dipendenti, e quelle molisane di Campobasso, Jelsi, Mirabello Sannitico, Sant'Elia a Pianisi e Campomarino (Campobasso), per un totale di 15 dipendenti. Ad oggi non si conosce il destino dei 40 lavoratori che però, sottolineano i sindacati, difficilmente potranno essere riallocati.

Quello che lascia perplessi è che la Carim abbia deciso di ristrutturare e riorganizzare l'assetto tramite la dismissione delle fliliali in questione per raggiungere un'immediata riduzione dei costi e non perchè queste non abbiano riportato nel 2014 un risultato economico positivo.

"La decisione però, rappresenta un danno economico e sociale per le lavoratrici e i lavoratori, le loro famiglie e per il territorio, oltre a costituire un'offesa inaudita alla clientela" sostengono Cgil e Fisac Cgil Abruzzo e Molise chiedendo ai presidenti delle due Regioni un intervento immediato per incoraggiare soluzioni alternative.

A Chieti la filiale della Carim è in piazza San Giustino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento