menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buoni spesa: il Comune di Lanciano cerca esercenti per la fornitura di prodotti alimentari

Pubblicato l'avviso pubblico per stilare l'elenco dei negozi e supermercati convenzionati: si potranno usare per acquistare solo cibo e prodotti per l'igiene

Il Comune di Lanciano, tramite l'assessorato alle Politiche Sociali ha pubblicato l'avviso pubblico per l'individuazione di esercenti commerciali interessati alla fornitura di prodotti alimentari e generi di prima necessità assegnati tramite buoni spesa nominali, a favore di cittadini svantaggiati dagli effetti economici derivanti dall'emergenza sanitaria da Coronavirus e in stato di bisogno. 
 
Gli esercenti interessati potranno presentare istanza di partecipazione attraverso il modulo predisposto dai Servizi Sociali del Comune di Lanciano, disponibile sul sito istituzionale del Comune di Lanciano.

Le istanze dovranno pervenire esclusivamente all'indirizzo pec comune.lanciano.chieti@legalmail.it entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12 di lunedì 6 aprile 2020) con il seguente oggetto: “Richiesta di accreditamento emergenza Covid19 per la costituzione dell'elenco dei soggetti accreditati per la fornitura di buoni spesa di prima necessità”.

La mail dovrà contenere, oltre all'istanza di partecipazione, anche la documentazione debitamente sottoscritta relativa alla accettazione dei criteri erogazione buoni spesa di prima necessità e alla informativa privacy.

Possono aderire esercizi commerciali come ipermercati, supermercati, discount alimentari, commercio al dettaglio settore alimentare con sede operativa nel comune di Lanciano. 

Una volta assegnato, il buono spesa dà diritto all'acquisto di prodotti alimentari e beni di prima necessità: latte, pasta, zucchero, carne, pane, uova, pesce, olio, frutta, verdura, scatolame, surgelati, alimenti per la prima infanzia ecc.; prodotti per l'igiene personale: sapone, dentifricio, pannolini per bambini, assorbenti, carta igienica, etc.; prodotti per la pulizia della casa quali detersivi, disinfettanti, etc. Non è possibile usare il buono per acquistare bevande alcoliche (vino, birra e super alcolici vari), arredi e corredi per la casa (es. stoviglie), tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie. 

I beni devono essere spesi nell'esercizio individuato dai beneficiari tra quelli accreditati nel comune di Lanciano (che saranno pubblicati sul sito del Comune), inseriti nella long list a seguito di adesione alla manifestazione di interesse e verifica dei requisiti di legge per contrarre con la Pubblica amministrazione. 

I buoni non sono cedibili a terzi, né utilizzabili come denaro contante: non danno infatti diritto al resto in contanti.

Chi percepisce il buono ha l'obbligo di regolare in contanti l'eventuale differenza in eccesso tra il valore del buono e il prezzo dei beni acquistati.

Come richiesto dal premier Giuseppe Conte, gli esercenti accreditati sono invitati ad applicare uno sconto dal 5% al 10% sul prezzo di vendita dei prodotti.

Avviso pubblico manifestazione esercenti per buoni alimentari emergenza Covid 19

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento