rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia Atessa / Contrada Saletti

Atessa, chiude la Acs. Appello della Fiom: "Non lasciateci soli"

L'Azienda ha annuncia l'avvio della procedura per cessazione dell' attività nello stabilimento che produce imbottiture per il Ducato. La Fiom Cgil chiede di aprire subito un tavolo

La Direzione Aziendale dell’ACS ha intenzione di chiudere il sito di Atessa.

L’annuncio è stato dato nel corso di un tavolo sindacale nel quale l’Azienda ha parlato di avvio della procedura per cessazione dell’ attività nello stabilimento che produce imbottiture per il sedile installato sul Ducato. La Fiom Cgil chiede di aprire subito un tavolo tra sindacato e ACS al fine di trovare le giuste soluzioni.

“In questi tre anni la Val di Sangro non ha visto l'interesse delle istituzioni, nulla è stato fatto per le aree industriali e nessuna interlocuzione c'è stata con le Aziende che stanno morendo lentamente” rammenta Davide Labbrozzi, segretario provinciale Fiom.

Quanto alla Acs di Atessa, un’azienda storica della Val di Sangro , Labbrozzi si appella al presidente della Provincia e al sindaco della cittadina. “E’ necessario non lasciare soli i lavoratori assieme a un intervento fermo e deciso che possa bloccare la cessione dell'attività lavorativa. La chiusura dell'ACS – conclude -  potrebbe coincidere con l'apertura di una nuova fase, quella dello smantellamento delle aziende che non ce la fanno più. Nella Val di Sangro abbiamo resistito, siamo quasi sempre riusciti ad evitare la chiusura e la fuga delle imprese ma ad oggi troppi siti produttivi scricchiolano e noi abbiamo bisogno di aiuto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atessa, chiude la Acs. Appello della Fiom: "Non lasciateci soli"

ChietiToday è in caricamento