Scuola: previste 1165 assunzioni a tempo indeterminato in Abruzzo

È ancora invece tutto da definire il contingente di docenti ed Ata necessario per la ripartenza in sicurezza della scuola a settembre. Eccome saranno ripartite

1165 assunzioni a tempo indeterminato nella scuola sono state autorizzate dal Ministero dell’istruzione per l’Abruzzo. Saranno così ripartite: alla scuola dell’infanzia 215 (55 sostegno), 173 alla primaria (53 sostegno), 358 alla secondaria di I grado (94 sul sostegno) e 419 alla secondaria di II grado (40 sul sostegno).

“Queste assunzioni sono solo quelle necessarie al cosiddetto turn over ovvero la sostituzione degli insegnanti andati in pensione. Si tratta quindi di un contingente di personale comunque necessario alla scuola per il normale funzionamento” evidenzia la Cisl Scuola Abruzzo. 

È ancora invece tutto da definire il contingente di docenti ed Ata necessario per la ripartenza in sicurezza della scuola a settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo alla metà di agosto – osserva la Cisl - e le scuole non conoscono ancora le risorse umane di cui disporranno per fronteggiare la diversa organizzazione necessaria per assicurare tutte le forme di prevenzione del contagio per Covid 19. Le prime informazioni che giungono dalle scuole evidenziano richieste di personale notevolmente più alte di quanto ipotizzato dal Ministero. Lo stanziamento di circa 16 milioni e mezzo appare insufficiente in quanto produrrebbe la media di sole 4 unità di personale in più, tra docenti ed Ata, per istituzione scolastica. E’ facilmente comprensibile che la media di sole quattro unità tra docenti ed Ata difficilmente permetterà, a istituti comprensivi con tre ordini di scuola su più comuni oppure ad istituti di secondaria superiore con circa mille alunni e oltre cinquanta classi, la necessaria riorganizzazione per evitare situazioni come le famose classi pollaio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento