rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Economia

Da Abruzzo e Molise 250 delegati per l’assemblea Cisl sulla sicurezza a Roma

"Porteremo le testimonianze dei nostri territori, dove continua questa scia di sangue, che inserisce l’Abruzzo tra le prime regione per numero di morti sul lavoro e il Molise che registra l’ultima tragedia la settimana scorsa", spiega il segretario generale della Cisl Abruzzo Molise Notaro

Saranno 250 i delegati che da Abruzzo e Molise, sabato, partiranno alla volta di Roma per partecipare all'assemblea su salute sicurezza nei luoghi di lavoro, organizzata dalla Cisl. 

"Porteremo le testimonianze dei nostri territori, dove continua questa scia di sangue, che inserisce l’Abruzzo tra le prime regione per numero di morti sul lavoro e il Molise che registra l’ultima tragedia la settimana scorsa", dichiara il Segretario generale della Cisl Abruzzo Molise, Giovanni Notaro.

“L’iniziativa - aggiunge - si inserisce nel quadro della mobilitazione che da febbraio ci ha visti impegnati in assemblee e iniziative nei luoghi di lavoro e sui territori con l’obiettivo proprio di sensibilizzare istituzioni e imprese su questa emergenza. Si continua a morire! Gli infortuni mortali sono sempre in aumento e vi si aggiungono gravi infortuni sul lavoro e malattie professionali. Dobbiamo fermare questa piaga della società per salvaguardare la vita e la salute delle persone che lavorano".

Concluderà la mattinata il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, dopo l’intervento dei delegati. La Cisl Abruzzo Molise parteciperà all’assemblea con 250 tra dirigenti, delegate, delegati, Rsu, Rls, Rlst e Rsa.

“Dobbiamo combattere la piaga delle morti e degli infortuni sul lavoro e, come Cisl, non vogliamo solo denunciare ma presentare proposte concrete per garantire a ogni lavoratore di rientrare a casa. Chiediamo alcune priorità necessarie per costruire una strategia nazionale all’altezza, va rafforzato il numero~di ispettori, medici del lavoro e tecnici della prevenzione. Estendere lo strumento della patente a punti a ogni settore produttivo, dobbiamo investire in formazione, introducendo la materia anche nei programmi scolastici. É necessario estendere regole e procedure del Codice degli Appalti pubblici ai grandi cantieri privati. È urgente sviluppare e sostenere nuove forme di partecipazione che diano ai delegati dei lavoratori maggiori poteri decisionali e di controllo", conclude l segretario Notaro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Abruzzo e Molise 250 delegati per l’assemblea Cisl sulla sicurezza a Roma

ChietiToday è in caricamento