rotate-mobile
Economia

Assemblea annuale di Confcommercio Chieti: "Ruolo chiave del piccolo commercio nel territorio"

A novembre Confcommercio Chieti, infine, lancerà un’agorà tra gli associati per avanzare istanze e suggerimenti all’amministrazione comunale che traccerà un bilancio del primo anno di amministrazione in tema di commercio

Confcommercio Chieti si riunisce per la tradizionale assemblea annuale dei soci e celebra la tenacia di una categoria che continua ad illuminare il capoluogo e le città della provincia malgrado gli strascichi negativi di una pandemia che continua a fiaccare gli imprenditori.

“Anche questa assemblea è stata organizzata in forma ristretta a causa delle prescrizioni ancor più stringenti introdotte dal Governo per contrastare il Covid. Gli spazi a nostra disposizione sono limitati ma questo è l’ultimo anno di sacrifici logistici - annuncia Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio Chieti - perché a breve si avvieranno i lavori di realizzazione di una sala convegni che, all’inizio del nuovo anno, potrà accogliere circa 100 persone con tutti i comfort del caso”.

Un altro tassello importante per sostenere al meglio il piccolo commercio che vuole risalire in fretta la china come ribadito più volte durante l’assemblea annuale di Confcommercio che si è svolta alla presenza, tra gli altri, dell’assessore al commercio Manuel Pantalone con il quale si è parlato anche dell’ennesima sonora bocciatura, da parte del Comitato Via della Regione, del progetto Mirò proposto dalla società Sile Costruzioni.

“Quando abbassiamo la serranda della nostra attività la sera, riportiamo a casa le ansie, le preoccupazioni e il timore - spiega Tiberio - di un futuro incerto, lo stress per l’organizzazione del lavoro che diventa sempre più difficoltoso, anche per le conseguenze economiche, sociali e sanitarie. Stiamo dietro a quel bancone con un bagaglio pesante sulle spalle che ci impedisce a volte di percorrere nuove strade, riorganizzando i propri modelli di fare impresa in funzione dei mutamenti che questa crisi epocale richiede”.

Eppure gli imprenditori continuano a non mollare di un centimetro. “È proprio questo il valore di chi fa impresa, ovvero - aggiunge Tiberio - intraprendere con passione, coraggio e sguardo sul futuro”. Virtù che hanno contraddistinto le 24 imprese associate Confcommercio insignite del prestigioso riconoscimento di “Fedeltà al lavoro” dalla Camera di commercio Chieti-Pescara sul palco del teatro Marrucino.

Queste, nel dettaglio, le imprese premiate elogiate nel corso dell’assemblea di Confcommercio: Ugo De Meis (mastro orologiaio di Chieti); Mauro acconciatore (Chieti); Ristorante Galleria (Chieti Scalo); Lido “La Serenella” (Vasto); Met Moda (Chieti); Angelo D’Alessandro, Domenica Macchia, Elio Micoli e Paola Basile di Casalbordino; Melle in Galleria (Vasto); Hotel Ideale di Pietro Primavera (Ortona); Raffaele Buzzelli (Ortona); Letizia Giovannelli (Castelfrentano); Letizia D’Angelo di San Vito; Cecchino srl (Ortona); Mastro Sino (Ortona); Bottega del fiore (Chieti scalo); Panificio Rabottini (Chieti); Frutta e verdura di Manuela Sichetti (Chieti); Verna Hotel (Ortona); Cheope di Lamberto Zulli; Taverna Teate (Chieti); profumeria Florio (Vasto) ed Europet della famiglia Petronti in Val di Sangro.

“Queste attività sono state selezionate dalla Camera di commercio attraverso una procedura severa e rigorosa - precisa Tiberio - e i premi assegnati riconoscono queste attività come esempio di orgoglio italiano e rendono merito alla passione, all’impegno per il lavoro ed ai tanti sacrifici che sono stati necessari per raggiungere il traguardo di fedeltà al lavoro”.

A novembre Confcommercio Chieti, infine, lancerà un’agorà tra gli associati per avanzare istanze e suggerimenti all’amministrazione comunale che traccerà un bilancio del primo anno di amministrazione in tema di commercio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea annuale di Confcommercio Chieti: "Ruolo chiave del piccolo commercio nel territorio"

ChietiToday è in caricamento