La proposta di Annalisa De Luca (Ascom-Abruzzo Chieti): “Creare una vera piattaforma e-commerce per la vendita diretta"”

Chiede di rendere nota la reale situazione finanziaria del comune per eventuali sgravi per le imprese e i cittadini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

La mattina di lunedì 30 novembre si è svolto un incontro fra i rappresentanti delle associazioni dei commercianti di Chieti e l'amministrazione comunale teatina, rappresentata dal sindaco Ferrara, dal vicesindaco De Cesare e dall'assessore al Commercio Manuel Pantalone. Le associazioni “datoriali”, nell'esprimere viva preoccupazione per il momento difficile che gli operatori economici stanno vivendo a causa delle limitazioni nella circolazione di persone, beni e servizi, dovute all'emergenza epidemiologica, hanno proposto al Comune di Chieti alcune misure che possano incidere in maniera efficace sulla grave situazione che vive il commercio cittadino, tra cui: eventuale sgravio delle imposte locali, sospensione e rottamazione o condono bonario delle imposte comunali al fine di agevolare i contribueti siano essi imprese che cittadini (es.: riduzione dell'Imu di un immobile per il proprietario che ne riduce il canone d'affitto); lotta all'abusivismo che durante il lockdown sta aumentando; sviluppo dell'uso di una piattaforma e-commerce che possa permettere anche la vendita diretta dei prodotti; Natale Chieti 2020: budget di spesa, iniziative, luminarie, ed eventuale modalità di coinvolgimento dei commercianti nell'organizzazione.

A tal proposito, ha commentato la dott.ssa Annalisa De Luca, presidente di Ascom – Abruzzo Chieti: “In relazione all'incontro, ho ribadito la necessità che la vetrina virtuale venga implementata in maniera che essa possa diventare una vera e propria piattaforma e-commerce. Inoltre è stato richiesto in maniera unanime che questa amministrazione dia a stretto giro contezza delle reali disponibilità economiche del Comune, affinchè le associazioni possano fare proposte fattive e di facile realizzazione e che servano a supportare concretamente i commercianti della città che stanno pagando in maniera pesante questa crisi economica dovuta al Covid”.

Torna su
ChietiToday è in caricamento