Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia Lanciano

Approvate le tariffe Tari a Lanciano: riduzioni da 424.000 euro per attività produttive e famiglie

Il costo medio annuale per abitante è pari a 140 euro, mentre il un costo per un'abitazione di 100 metri quadrati con un occupante è pari a 95 euro

L'assessorato alle Finanze del Comune di Lanciano comunica che è stato approvato dal consiglio comunale, a maggioranza, il piano tariffario della Tari 2021 di Lanciano per la gestione dei rifiuti urbani, che ammonta a 4.869.000 euro.

Il costo medio annuale per abitante è pari a 140 euro, mentre il un costo per un'abitazione di 100 metri quadrati con un occupante è pari a 95 euro. La Tari 2021 beneficia di sgravi ed agevolazioni finanziate con fondi di bilancio e somme specifiche per l'emergenza covid19 pari a 424.000 euro complessivi. La raccolta differenziata ha raggiunto per l'anno passato la quota di 76,16%.

Spiega l'assessore alle Finanze Carlo Orecchioni: "Abbiamo approvato una tariffa che consente di mantenere i livelli eccellenti di igiene e pulizia della città che tiene conto dell'emergenza covid19, sia per le famiglie che per le attività. L’attenzione rivolta alle famiglie è grande: 5861 nuclei familiari avranno degli sconti in bolletta, tutte quelle da 3 componenti in su, con somme progressivamente crescenti che vanno da un minimo di 11 euro ad un massimo di 57 euro, a seconda della composizione familiare. Abbiamo dedicato a questo obiettivo 172.000 euro, che rappresenta allo stesso tempo una riduzione della Tari ed un premio per le famiglie che riteniamo le vere protagoniste del successo della raccolta differenziata, confermatra ad una quota costante negli ultimi anni al di sopra del 76%".

"Analogo e leggermente più consistente segnale abbiamo voluto dare alle imprese e alle attività commerciali, autentica spina dorsale economica e sociale della comunità cittadina, investendo 252.000 euro per ottenere sensibili riduzioni sulla parte variabile della Tari2021, a seconda delle categorie e privilegiando quelle colpite direttamente dalle chiusure previste nei vari Dpcm. E’ una seconda agevolazione importante che fa seguito a quella dello scorso anno di 290.000 euro applicata alle tariffe del 2020: i nostri imprenditori, quindi, hanno ricevuto riduzioni sulle tariffe per 542.000 euro negli ultimi due anni. Le riduzioni sulla parte variabile della tariffa vanno dal 21% in meno per le attività ristoratrici (con punte fino al 31% per alcune sottocategorie) al -100% per le palestre, dal -26% dei negozi di abbigliamento e calzature al -29% di attività artigianali e capannoni industriali. La nostra amministrazione, nel suo piccolo e con i pochi margini di intervento consentiti dalla normativa vigente sui tributi, ha voluto dare il proprio sostegno a settori spesso già in difficoltà economica, che nel periodo della pandemia si è ulteriormente aggravata. Per dare ulteriore respiro e facilitare il pagamento della Tari abbiamo previsto la ripartizione dell’intero importo in 4 rate, con primo pagamento a partire dal 15 settembre prossimo. Ringrazio il settore Finanze diretto da Paolo D'Antonio e tutta la maggioranza per aver centrato questo importante obiettivo a beneficio della comunità", conclude l'assessore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvate le tariffe Tari a Lanciano: riduzioni da 424.000 euro per attività produttive e famiglie

ChietiToday è in caricamento