menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entro l'estate gli allacci del gas in via Piaggio, De Cesare: "Completamento della rete a costo zero per l'ente"

Il vicesindaco annuncia il completamento della rete gas della zona industriale a servizio delle aziende di via Piaggio e di alcune zone dello scalo

Prima dell’estate la zona industriale di via Piaggio, a Chieti Scalo, avrà gli allacci del gas e ad aprile saranno collegate anche via Gramsci, via Atessa e via Fosso Paradiso. Lo ha annunciato il vicesindaco e assessore alle Attività Produttive Paolo De Cesare in conferenza stampa accanto a Mario Paolini e Guglielmo Di Pasquo della 2i Rete Gas, con cui si è fatto il punto sui lavori già in corso e sulle zone, produttive e private, interessate dal completamento delle linee.

“Risolto un problema storico che ha tenuto l’area produttiva per tanti anni fuori dalla rete - ha esordito il vicesindaco - dopo un’attesa durata troppi anni, oggi possiamo dire completato un aspetto importante per i servizi infrastrutturali della città. Parliamo di realtà rilevanti, che fino ad oggi vivevano il disagio di dover approvvigionarsi da sole. I lavori sono già partiti e saranno completati prima dell’estate, in tutto si tratta di 2 km di infrastruttura compreso anche il ripristino del manto stradale su via Piaggio. Un lieto fine, ottenuto con la piena collaborazione del settore Lavori pubblici e dell’assessore Stefano Rispoli, perché sin dall’insediamento abbiamo dialogato in modo costruttivo e incrociato comuni interessi: il Comune quello di dare servizi essenziali alle attività".

Allo stesso modo sarà realizzato anche il completamento degli allacci a servizio di privati residenti su via Gramsci, via Atessa e via Fosso Paradiso, che potranno fruire della rete da aprile. "Il Comune aveva investito fondi pubblici nel 2013, consegnandoli nel 2014 alla rete gas, ma ferma per via dei mancati allacci di cui l’Ente non ha mai voluto farsi carico, nonostante la somma fosse pari a circa 7.000 euro. Ma con l’azienda continua il confronto e il lavoro di analisi e monitoraggio del territorio per risolvere anche altre problematiche nel lungo periodo. Stiamo infatti conducendo uno studio per verificare se ci sono zone scoperte per a fornitura di gas metano su cui intervenire" ha aggiunto De Cesare.

“Al fine di risolvere ci siamo fatti carico dell’onere degli allacci, ottimizzando i nostri investimenti sul territorio – spiega il geometra Mario Paolini della 2i Rete Gas – e facendo rientrare le somme nel calcolo complessivo degli oneri investiti dall’azienda e che si porterà ad ammortamento nella gestione degli impianti"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento