Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Hotel, l'Abruzzo si riconferma la regione più economica: 86 euro per una notte

L' Abruzzo guida la classifica delle regioni più economiche d'Italia. Il Veneto è la più cara. I dati dell'osservatorio trivago.it

L’Abruzzo si riconferma la regione più economica dove poter trascorrere un soggiorno. Lo evidenziano i dati elaborati dall’osservatorio di trivago.it il popolare portale di ricerca per hotel che ha preso in considerazione l’andamento dei prezzi degli alberghi italiani da gennaio a dicembre 2012. Con 86 euro a notte quale prezzo medio per un soggiorno è nella nostra regione che si paga meno per le vacanze.

Molise (91€/notte), Calabria (95€/notte) e Umbria (95€/notte) seguono rispettivamente in 2°, 3° e 4° posizione mentre la Sicilia è la new entry che completa la top 5 mantenedo il prezzo sotto i 100 euro.

Il prezzo medio negli hotel abruzzesi è addirittura sceso, visto che l’anno scorso, secondo lo stesso report, per passare una notte in Abruzzo si spendevano 90 euro.

In Italia invece nell'ultimo anno i prezzi sono saliti in Veneto, dove una stanza costa in media  156 euro. Seguono la Lombardia (138€/notte) e, a pari merito, il Trentino Alto Adige e il Lazio (134€/notte).

E IN EUROPA? Nella classifica delle 20 città più care, la Svizzera rimane solida in prima posizione con un prezzo medio per stanza di 209 euro, seguita dalla Svezia (153€/notte) e Francia (151€/notte). L’Italia (129€) si aggiudica il 6° posto, più cara di Finlandia, Turchia, Austria e Germania.

 I Paesi dell’Est sono i più economici: primeggia la Bulgaria con 66 euro a notte, seguita da Romania, Polonia e Ungheria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hotel, l'Abruzzo si riconferma la regione più economica: 86 euro per una notte

ChietiToday è in caricamento