Emergenza Coronavirus: sospese le imposte regionali, aiuti a famiglie e imprese, 100 milioni per l'economia

Il consiglio regionale ha approvato le Misure straordinarie ed urgenti per l'economia e l'occupazione connesse all'emergenza epidemiologica da Covid 19

Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, insieme al presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, all'assessore alle Attività produttive, Mauro Febbo ed ai capigruppo della maggioranza in Consiglio regionale, questa mattina, a Pescara, nella sede della Regione di Piazza Unione, ha tenuto una conferenza stampa per illustrare le misure previste dal progetto di legge numero 106/2020 approvato ieri dal consiglio regionale.

Si tratta di Misure straordinarie ed urgenti per l'economia e l'occupazione connesse all'emergenza epidemiologica da Covid 19. Un corposo pacchetto di risorse pari a circa 100 milioni di euro, che andranno a beneficio di nuclei familiari per l'acquisto di beni di prima necessità, del piccolo prestito, delle micro-piccole-medie e grandi imprese, dei Comuni, del sistema del credito, della ricerca e dell'innovazione.

Inoltre, il provvedimento prevede anche la sospensione di imposte e tasse regionali e la sospensione dei pagamenti e rimborsi di mutui e finanziamenti concessi dalle partecipate dalla Regione, dei canoni di locazione degli alloggi Erp di proprietà delle Ater e dei canoni dei Consorzi di bonifica.

Previsto un contributo alle famiglie bisognose fino a un massimo di 1.000 euro per l’acquisto di beni di prima necessità e la riprogrammazione delle risorse statali ed europee già disponibili nelle casse regionali, con agevolazioni per l’accesso al microcredito, misure di sostegno per le micro, piccole e medie imprese del territorio con contributi a fondo perduto sino alla copertura di 13 milioni di euro complessivi, e l’istituzione di un Comitato Tecnico Scientifico che riunisca le migliori professionalità socio-economiche d’Abruzzo con potere consultivo per l’adozione di ulteriori iniziative di aiuto all'economia interna.

Inoltre, si prevede la ‘Riprogrammazione delle risorse afferenti la programmazione Europea 2014-2020 che non sono ancora state formalmente impegnate e le eventuali economie derivanti da risorse impegnate ma non spese’. Per le agevolazioni per l’accesso al microcredito, garantendo maggiore liquidità per fronteggiare l’emergenza, realizzare nuovi investimenti e affrontare la transizione verso la green economy, è stato previsto ‘il rifinanziamento del Fondo per il Microcredito attraverso l’utilizzo di risorse europee derivanti dalla riprogrammazione del Por Fse Abruzzo 2014-2020; la riprogrammazione del nuovo ciclo di fondi europei 2021-2027, per le quali l’amministrazione regionale è oggi impegnata nelle attività di negoziazione a livello nazionale ed europeo; nel rispetto della legislazione statale di riferimento, la Regione garantirà l’emissione di titoli obbligazionari da parte delle micro, piccole e medie imprese abruzzesi per garantire il reperimento di risorse finanziarie attraverso canali alternativi al credito bancario’.

Tra le misure è previsto un supporto specifico per le famiglie caregiver di familiari in condizioni di disabilità, e infine un primo aiuto per lo Zoo d’Abruzzo, che nei giorni scorsi ha lanciato un grido d'aiuto: è prevista la possibilità, per la Regione, di acquistare biglietti d’ingresso da destinare alle scolaresche sino a un massimo di 12mila euro

"Ho sentito l'esigenza di dare il giusto rilievo a questo importante atto che il consiglio regionale ha approvato ieri con il voto favorevole della maggioranza e con l'astensione delle opposizioni - ha dichiarato il presidente Marsilio - Voglio ringraziare l'intero consiglio regionale per l'importante opera di stimolo e sintesi che ha saputo svolgere. Non so se siamo la prima Regione ad aver adottato queste misure - ha proseguito - ma sicuramente non siamo secondi a nessuno".

Il presidente ha parlato di un "ottimo testo al di là delle legittime critiche delle opposizioni che magari ci sfideranno a tradurre sul territorio i buoni principi contenuti nella legge".

A tal proposito, già da domani il presidente Marsilio ha convocato la giunta regionale, i direttori di dipartimento e i capigruppo della maggioranza in consiglio regionale per "una riunione operativa in cui cominceremo a distribuire compiti e responsabilità in ordine alle procedure da adottare. Non perderemo un solo minuto - ha rimarcato Marsilio -. Questa è una partita che si vince anche a livello di tempistica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento