menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Tosto

Luca Tosto

Cervelli in fuga, l'associazione di Tosto si sostituisce ai cercatori di teste

Il managing director della Walter Tosto presenta la collaborazione con le principali università italiane per la selezione di neolaureati da inserire nelle aziende

Arriva dall’associazione AIPE di cui Luca Tosto, managing director di Walter Tosto SpA a Chieti, è presidente il progetto per arginare la fuga di cervelli all’estero. Si chiama YES (Young Enterprise Success) e intende sostituirsi ai cercatori di teste in virtù di una collaborazione con le principali università italiane (Milano, Padova, Bologna, Viterbo, Torino, Bergamo, Brescia, Roma Tor Vergata e Napoli Federico II) per la selezione di brillanti neolaureati da inserire nelle aziende.

L'obiettivo è colmare il gap tra università e mondo del lavoro, considerata una delle criticità del mercato occupazionale, mettendo in contatto i giovani neolaureati con le aziende. Negli atenei saranno selezionati i migliori 15 neo-laureati ai quali sarà offerta l'opportunità di effettuare uno stage retribuito di 6 mesi (700 euro mensili) finalizzato all’assunzione, presso le aziende associate Aipe che aderiscono all’iniziativa. L’AIPE si impegna a finanziare il periodo di stage per il 50% dei costi, mentre la restante parte, con possibilità di vitto e alloggio, sarà a carico dell’azienda ospitante. I settori in cui verranno impegnati sono meccanico, chimico e gestionale.

“Le imprese italiane non possono permettersi di cedere alle aziende estere le risorse migliori del proprio Paese – spiega Luca Tosto – Ci auguriamo che questo esempio venga imitato anche da Vincenzo Boccia, nuovo presidente di Confindustria, per far sì che il numero dei ragazzi coinvolti arrivi a 500 annui”. Terminato il percorso universitario, i giovani quindi avranno la possibilità di formarsi in azienda per poi eventualmente essere assunti, le aziende avranno invece avuto modo di conoscere giovani meritevoli, già selezionati dall’Associazione attraverso un test psicoattitudinale. In questo modo Università e mondo del lavoro diventano due realtà strettamente connesse. 

Il progetto sottoposto all’attenzione dei soci AIPE durante l’assemblea annuale dello scorso marzo ha già riscosso molto interesse da parte dalle aziende. Il Consiglio Direttivo di Aipe è composto da ATB Riva Calzoni, Brembana & Rolle, Simic, Baglioni, Officine Luigi Resta e Walter Tosto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento