menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affitti case, firmato in Comune l’accordo per il canone "agevolato"

Associazioni dei proprietari e inquilini di San Giovanni Teatino hanno siglato l'intesa

Accordo territoriale tra le associazioni della proprietà edilizia e degli inquilini di San Giovanni Teatino per la stipula dei contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato. Un incentivo a stipulare contratti di locazione con il cosiddetto "canale agevolato", che permette, ad entrambe le parti, di ottenere agevolazioni fiscali. Naturalmente è sempre possibile stipulare contratti di locazione ad uso transitorio, anche per studenti universitari.

L'art. 8 della legge 431/98 prevede che, stipulando contratti di locazione con le caratteristiche dell'accordo raggiunto tra le locali organizzazioni dei proprietari e degli inquilini, si usufruisca dei seguenti benefici: ulteriore riduzione del 30% del reddito imponibile, riduzione del 30% della base imponibile per l'imposta di registro, aliquota IMU ridotta, detrazioni Irpef per gli inquilini che appartengono a determinate fasce di reddito. IMU e TASI sono ridotte del 25%, relativamente agli immobili locati a canone concordato. Il proprietario/locatore che invece opta per l'applicazione della cedolare secca sul redditoderivante dalla locazione di immobili a canone concordato, versa un'imposta del 10%, anziché quella del 21% prevista per i contratti cosiddetti "liberi".

Il canone dei contratti "concordati" dovrà essere determinato tra valori, previsti nell'accordo, che tengono conto della zona dove è situato l'immobile, delle caratteristiche dell’immobile stesso, della data di costruzione o di effettuazione di interventi di ristrutturazione, completo restauro o manutenzione straordinaria dell’unità immobiliare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento