Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Tasse: addizionali Irpef, stangata in arrivo per i cittadini di Chieti

Il municipio teatino è uno dei pochi in Italia ad aver votato per l'aumento dell'imposta comunale. A 62 euro medi per l'imposta regionale sulle persone fisiche, si aggiungono cifre variabili in base allo stipendio

A fine marzo arrivano le addizionali regionali, come previsto dal decreto Salva Italia votato dal governo Monti. E a Chieti la stangata sarà peggiore rispetto al resto d’Italia, perché il comune è uno dei pochi ad aver deliberato aumenti nei prelievi dell’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) comunale. La manovra di Ferragosto (votata dal governo Berlusconi), infatti, ha dato la possibilità ai municipi di decidere eventuali aumenti dell’addizionale comunale fino a ad un’aliquota massima dello 0,8 per cento.

Ai 62 euro di media del'imposta regionale, si aggiunge quindi una cifra variabile in base al reddito. A Chieti l’aumento è dello 0,135 per cento (21 euro). In concreto, un teatino che percepisca uno stipendio di 1.200 euro lordi al mese, avrà lo stipendio di marzo decurtato di 73 euro in totale, tra addizionale regionale e Irpef comunale. Con un reddito di 1.700 euro al mese, si dovranno pagare 103 euro. Fino a 133 euro per chi guadagna 2.200 euro mensili e 193 per redditi mensili di 3.200 euro.

Buone notizie solo per chi ha redditi molto bassi: non subiranno gli aumenti dell’addizionale regionale e comunale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse: addizionali Irpef, stangata in arrivo per i cittadini di Chieti

ChietiToday è in caricamento