menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accademia Italiana della Cucina: pasticceria “D’Orazio” e altre eccellenze premiate a Chieti

La cerimonia di conferimento dei prestigiosi premi e diplomi attribuiti dall'istituzione culturale ad aziende e ristoranti del territorio si terrà giovedì nel salone della prefettura

L’Accademia Italiana della Cucina premia le eccellenze del territorio. Giovedì 9 gennaio, alle ore 16,30, nella salone di rappresentanza del Palazzo del Governo di Chieti, si svolgerà la cerimonia di conferimento dei prestigiosi premi e diplomi attribuiti recentemente dall’Accademia Italiana della Cucina - Istituzione Culturale della Repubblica Italiana - ad aziende e ristoranti insistenti.

Alla “Natural Industria di Bucchianico” e a “I segreti di Donna Anna” di Lama dei Peligni verrà conferito il Premio “Dino Villani”, istituito in memoria di uno dei fondatori e a lungo vicepresidente dell’Accademia, e riservato ai titolari delle aziende artigianali o piccolo-industriali che si distinguono da tempo nella valorizzazione dei prodotti alimentari italiani con alti livelli di qualità. 

Alla storica pasticceria “D’Orazio” di Chieti andrà il premio “Massimo Alberini”, intitolato al grande giornalista e storico della gastronomia, collega di Orio Vergani, presente alla fondazione dell’Accademia di cui è stato vicepresidente D’Onore, ed assegnato, a nome della Delegazione, a quegli esercizi commerciali che da lungo tempo, con qualità costante, offrono al pubblico alimenti di produzione propria, lavorati artigianalmente con ingredienti di qualità eccellente e tecniche rispettose della tradizione del territorio.

Il “Diploma di Buona Cucina”, riservato ai ristoranti e alle trattorie di cucina italiana, in Italia e all’estero, che operano nel rispetto della tradizione e della qualità e che siano inseriti nella “Guida ai Ristoranti” con un minimo di 3 tempietti, verrà infine conferito al ristorante “Sant’Eufemia” di Fara Filiorum Petri.

Alla cerimonia di giovedì parteciperanno il prefetto di Chieti Giacomo Barbato, il delegato di Chieti dell’Accademia Italia della Cucina Nicola D’Auria e il consigliere di presidenza dell’Accademia Italiana della Cucina  Mimmo D’Alessio.

“Esprimo il sentimento di gratitudine a nome di tutta la delegazione - commenta Nicola D’Auria, - per il grande onore che ci è stato riservato dal dottor Giacomo Barbato, il quale ha voluto riservare una meravigliosa ospitalità a questo evento. E’ il segno della sua grande sensibilità e della volontà concreta di tenere vivo e intenso il rapporto delle istituzioni con il territorio. Aggiungo la gioia e la grande soddisfazione per i riconoscimenti che l’Accademia Italiana della Cucina ha attribuito alle realtà del nostro territorio che, come Delegazione, abbiamo segnalato ma che hanno potuto meritare il riconoscimento dopo un severo e scrupoloso esame da parte delle diverse commissioni nazionali. Per noi è la conferma delle grandi qualità di cui è ricco il nostro territorio, a cominciare da quello che è il fulcro del nostro impegno accademico, cioè la tutela delle tradizioni della cucina e di quanto attorno ad essa ruota a livello industriale ed artigianale”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento