Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Abruzzo: bene le locazioni nel primo semestre del 2019

Nei primi sei mesi di quest’anno prezzi degli affitti in crescita in quasi tutte le province: +2,2% rispetto a dicembre 2018. Unica eccezione Chieti: -2,5%

Andamento positivo per il mercato delle locazioni residenziali in Abruzzo: come rilevato dall’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it, i canoni d’affitto hanno registrato un +2,2% nei primi sei mesi del 2019. Sul fronte delle compravendite è emerso invece un calo dello 0,3% rispetto a dicembre 2018.

Focus sulle locazioni

A livello regionale i canoni di locazione richiedono in media 6,63 euro al metro quadro. Chieti è la città in cui affittare casa costa meno e l’unica a chiudere il semestre in negativo, con un calo del 2,5% rispetto a dicembre 2018. Per affittare un bilocale di 65 mq a Chieti oggi occorrono circa 340 euro, a fronte di un costo medio al metro quadro di 5,24 euro.

In tutte le altre province abruzzesi i prezzi delle locazioni hanno visto invece una crescita: la performance migliore si registra a L’Aquila, con un incremento del 7,9% in sei mesi; percentuali positive anche a Teramo (+0,9%) e Pescara (+2,3%). Quest’ultima è la città in cui affittare casa costa di più: il costo medio al metro quadro per i canoni di locazione è di 7,36 euro.

Anche prendendo in considerazione il prezzo del mattone, Pescara mantiene il suo primato: a fronte di un costo medio al metro quadro di 1.772 euro, è la zona più cara della Regione in cui comprare casa. Medaglia d’argento per L’Aquila (1.505 €/mq), seguita da Chieti (1.267 €/mq) e Teramo (1,076 €/mq).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo: bene le locazioni nel primo semestre del 2019

ChietiToday è in caricamento