menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Chieti 3 milioni dall'Europa per sviluppare il sensore intelligente per la dialisi peritoneale

La Glomeria Therapeutics di Chieti è la seconda azienda italiana per fondi europei ricevuti nell'ambito delo Sme Instrument

La Glomeria Therapeutics di Chieti è la seconda azienda italiana per fondi europei ricevuti nell'ambito delo Sme Instrument, che finanzia i progetti innovativi delle piccole e medio imprese europee, come previsto dal programma Horizon 2020. Prima è la Eletronics System di Novara, che ha ottenuto finanziamenti per 3 milioni di euro. I dati arrivano da un rapporto di Aster, società della Regione Emilia Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale, che ha elaborato i dati sulla partecipazione al programma negli ultimi 3 anni (2014-2016).

La società teatina, che ha sede nella zona industriale dello Scalo, ha ricevuto 2 milioni e 800mila per sviluppare un sensore intelligente e bio-compatibile per la dialisi peritoneale.

“In Italia – spiega Paolo Bonaretti, direttore generale di Aster – abbiamo imprese in grado di fare buoni progetti innovativi e ottenere i finanziamenti per portarli avanti. Un dato sicuramente positivo sono le buone performance delle start up innovative, che rappresentano il 21% delle Pmi beneficiarie dello Sme Instrument, segno che il fenomeno start up è rappresentato da imprese con concrete capacità progettuali e in grado di affrontare le sfida del mercato e la competitività europea”.

A livello europeo le aziende che hanno ricevuto i finanziamenti di maggior importo (5 milioni di euro ciascuna)sono le francesi Tcland Expression e Amoneta Diagnostic, entrambe attive nel settore della ricerca clinica.

Nel triennio preso in esame da Aster i fondi complessivamente erogati (Fase 1+ fase 2) dall’Europa per le piccole e medie imprese, sono stati circa 800 milioni di euro, di cui il circa il 10% in Italia. La Spagna primeggia sia per numero di progetti approvati (432) sia per numero di beneficiari (451). Al secondo posto l’Italia che con 326 progetti (e 378 beneficiari) supera l’Inghilterra (282 progetti, 298 beneficiari) e la Germania (157-171). A dividersi il piatto più ricco (Fase 2) dei finanziamenti sono stati 529 beneficiari, nel 19% dei casi imprese spagnole. Il 12% delle imprese che hanno ricevuto i finanziamenti della fase 2 dello SME instrument è inglese, l’11% italiano e solo il 7% tedesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento