Ricette della tradizione: sagne fritte con i ceci

  • Difficoltà

    Facile

Un piatto della tradizione contadina gustoso e rapido da preparare

La ricetta

Italiano

Un piatto povero, ma gustoso, da realizzare seguendo fedelmente la ricetta della tradizione, che prevede di insaporirlo con peperoni secchi, sagnette frite e, a piacere, un po' di pancetta. 

Preparazione

Prima di impastare bisogna pensare ai ceci, che vanno messi in ammollo la sera prima, per poi essere lessati la mattina dopo.

Dopodiché, si procede con la preparazione delle sagne, ammassando farina e acqua e lasciando riposare un po'. A quel punto si spiana e si arrotola la sfoglia, ben cosparsa di semola sul mattarello: quando raggiunge lo spessore di uno o 2 millimetri, si taglia la sfoglia arrotolata in due pezzi, che vanno sovrapposti, per poi tagliare le sagne. La larghezza non deve superare i 7 millimetri e non devono essere i 6 centimetri di lungezza. Si lascia riposare cospargendo ancora di semola, per evitare che si attacchino. 

Ora si può pensare al condimento. Prima si fanno soffriggere in una pentola con l'olio la pancetta, l'aglio vestito e il peperoncino, aggiungendo mezzo bicchiere di vino bianco, che va fatto evaporare. A quel punto si aggiungono i ceci già lessati, il rosmarino, il peperone rosso secco a pezzi grossolani, il sale, un bicchiere di acqua calda o brodo. 

Quando bolle, si mettono a lessare due terzi delle sagne, mentre quelle restanti vanno fritte in olio d'oliva con dentro un aglio vestito, rosmarino e sale. Le sagne fritte vanno aggiunte a quelle cotte unite al condimento un minuto prima di servire, per non far perdere la croccantezza.

Torna su
ChietiToday è in caricamento