Ricette d'Abruzzo: i "celli ripieni"

Tarallucci di sfoglia ripieni di marmellata e mandorle, fanno parte della tradizione dolciaria abruzzese

  • Categoria

    Dessert

1 chilo e 200 grammi di farina

5 uova intere

250 grammi di zucchero

mezzo litro di olio extravergine di oliva

mezzo litro di vino bianco secco

Per il ripieno:

 600 grammi di confettura d’uva

200 grammi di confetture miste 

250 grammi di mandorle tostate e tritate finemente 

20 grammi di cacao amaro 

1-2 cucchiaini di mosto cotto
 

Procedimento

Il giorno prima della preparazione, si mescolano in una ciotola tutti gli ingredienti del ripieno e si lascia riposare. Poi si può passare alla preparazione dell'impasto, versando la farina a fontana, cui vanno aggiunti uova, zucchero, limone grattugiato, olio e vino. L'impasto va lasciato riposare per almeno un quarto d'ora, dopodiché si può stendere la pasta con la macchinetta, fino a ricavare strisce larghe 5/6 centimetri e lunghe 15/20. A questo punto si inizia la farcitura: usando un cucchiaio, si mette un po' di ripieno su ogni striscia, poi si chiude schiacciando bene i bordi fino a ottenere una mezza luna. I bordi vanno rifiniti usando la rotella dentata. A questo punto si possono unire le estremità, formando il tarallo. Si bagna un lato sullo zucchero semolato e si inforna a 180 gradi.

La ricetta

Tarallucci di sfoglia ripieni di marmellata e mandorle, fanno parte della tradizione dolciaria abruzzese. 

Tarallucci di sfoglia ripieni di marmellata e mandorle, fanno parte della tradizione dolciaria abruzzese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricette d'Abruzzo: i "celli ripieni"

ChietiToday è in caricamento