Ricette della tradizione, il baccalà fritto in pastella

  • Categoria

    Secondo

La ricetta

Abruzzese

Il cenone della vigilia di Natale impone di preparare un menù a base di pesce, in attesa dei trionfo della carne al pranzo del 25 dicembre. Ma chi pensasse che quella cena è più leggera dei riti del giorno successivo, si sbaglia: uno dei piatti forti, infatti, è il baccalà fritto in pastella.

Preparazione

La sera prima in una ciotola si mescolano lievito, farina e olio, aggiungendo il sale, ma senza esagerare, visto che il baccalà è già molto saporito. L'impasto va lavorato con un cucchiaio e poi coperto con la pellicola per lasciarlo lievitare in frigorifero, senza esagerare con le basse temperature. 

Dopodiché si procede con la preparazione del baccalà, che va spellato e privato delle spine, poi tagliato a pezzi piccoli. Nel frattempo si unisce la pasta lievitata, a temperatura ambiente, al baccalà e si mescola. Con un cucchiaio si formano delle palline che vanno fritte nell'olio ben caldo. Se serve, si aggiunge un pizzico di sale.

I più letti


Torna su
ChietiToday è in caricamento