menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le ricette della tradizione contadina abruzzese: il cif e ciaf

Un piatto legato a stretto filo con quello che da secoli, nella nostra regione, è un vero e proprio rito familiare, l'uccisione del maiale

Si chiama "cif e ciaf" uno dei piatti più noti della tradizione contadina abruzzese, legato a stretto filo con quello che da secoli, nella nostra regione, è un vero e proprio rito familiare, l'uccisione del maiale. Un vero e proprio evento, che coinvolgeva parenti e amici, che si riunivano poi intorno alla tavola onorando il momento con ricette tipiche. 

Il nome, "cif e ciaf", è una sorta di onomatopea derivante dalla modalità di cottura delle carni, di solito guanciale e spuntature, che vengono rosolate velocemente in padella con olio e cipolla, dopo essere state pulite e tagliate a tocchetti. 

Dopo la prima doratura, si aggiunge vino bianco secco e si continua a cuocere a fuoco lento, stando bene attenti a mescolare mentre si aggiungono gli aromi desiderati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento