Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Castel Frentano

Wwf: a Castel Frentano il progetto Salva Rospi 2012

Al via il secondo "Progetto Salva-Rospi" nella zona frentana: soci e guardie volontarie del Wwf impegnati a salvare gli anfibi durante le "migrazioni d'amore" dallo schiacciamento delle auto

I rospi schiacciati dalle auto sono un problema, specie in questo periodo, quando gli anfibi si risvegliano dal letargo e raggiungono le zone umide per riprodursi deponendo le uova.

Per questo, il Wwf ha organizzato per il secondo anno consecutivo il “Progetto Salva-Rospi”, che verrà attuato nel Comune di Castel Frentano. Qui, le Guardie Giurate, insieme ad altri volontari, si occuperanno di impedire la morte di quanti più esemplari possibili di rospi e altri anfibi, ritenuti un tassello fondamentale nel mantenere gli equilibri ecosistemici: i rospi in particolare aiutano l'uomo nell'agricoltura in quanto voraci predatori di molti insetti dannosi e di lumache.

Gli anfibi tra l'altro sono considerati la classe più minacciata a livello globale, con il 32% delle specie che ad oggi risulta a rischio di estinzione. Anche la Regione Abruzzo ne riconosce l'importanza e li tutela con la Legge Regionale n° 50/93 .

“Il nostro obiettivo è quello di estendere nei prossimi anni le località di intervento avviando con le amministrazioni locali e con gli enti gestori delle strade iniziative volte a ridurre gli impatti degli automezzi sugli animali ed avviare attività di sensibilizzazione  della cittadinanza - ha detto il dottor Sante Cericola, responsabile del progetto - Per questo è importante avviare un censimento delle zone più pericolose per gli anfibi, in modo da programmare interventi mirati in loco. Chiunque può segnalarci zone con presenza di ropsi o partecipare scrivendo a guardie.wwf.ch@inwind.it".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wwf: a Castel Frentano il progetto Salva Rospi 2012

ChietiToday è in caricamento