rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Il Wi-fi a Chieti c'è oppure no?

La proposta di Chieti 5 Stelle per ottimizzare il servizio ai cittadini.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il 25 luglio dell'anno appena trascorso, il Comune di Chieti ha attivato il servizio di WIFI gratuito in 3 aree della città: Piazza Valignani, Villa Comunale e Piazzale Marconi.
Il MeetUp Amici di Beppe Grillo Chieti - Chieti 5 Stelle, ha analizzato il servizio offerto ai cittadini:
1. due ore di connessione, da utilizzare entro 48 ore dalla registrazione (allo scadere delle quali la registrazione dovrà essere ripetuta);
2. area di copertura di circa 100 mt di diametro (oltre la quale il servizio non opera più).

Il MeetUp Chieti 5 Stelle si è chiesto se il servizio WIFI offerto dal Comune di Chieti assolva allo scopo cui era ed è diretto: quello di offrire al cittadino una "connettività temporanea su tutto il territorio cittadino".
Ebbene la risposta, purtroppo, è no, perché la copertura si concentra su aree troppo ristrette ed è concessa per periodi troppo brevi. Ciò fa sembrare l'iniziativa - seppur dall'intento lodevole - un'azione di mera propaganda politica.

Eppure sarebbe semplice e persino economico ottimizzare e rendere realmente funzionate ed efficiente il WIFI gratuito in gran parte della città.

Con una spesa contenuta per il Comune € 2.500/3.500 (il costo per ogni punto di collegamento antenna+apparato+installazione è di circa €160 - ne basterebbero 15-20) si potrebbe avere la copertura di tutto il centro storico (dalla Villa Comunale a Piazza San Giustino), del campus universitario e di una zona più ampia attorno a Piazzale Marconi.

Si potrebbe inserire nel sistema un "Wallet Garden": un portale accessibile subito dopo il log-in, che rechi le informazioni storiche sulla città, podcast audio (esempio audio-guide) da ascoltare dinanzi ai monumenti o edifici storici di maggior pregio, una sezione di ricerca dove inserire le attività commerciali esistenti a Chieti.

In questo modo, utilizzando la tecnologia del "QR-Code", chiunque in possesso di uno smartphone potrebbe facilmente conoscere la città e le sue numerose potenzialità troppo spesso trascurate, oltre che fruire delle attività commerciali - come noto - in via di estinzione.

Per evitare, dunque, che l'iniziativa dell'amministrazione comunale passi per essere l'ennesima ''trovata elettorale" volta solo ad acquisire consensi, Chieti 5 Stelle consiglia ed auspica l'utilizzo di questa tecnologia anche per portare la banda larga nelle zone della nostra città non ancora coperte neanche dall'ADSL ed offre sin da ora un ausilio tecnico, qualora il Comune volesse accettare questo invito.

Non dimentichiamo che la politica dovrebbe essere al servizio del cittadino, dovrebbe oltrepassare gli interessi dei privati, delle compagnie telefoniche in particolare, ed ovviare al problema - ancora attuale nel 2014 - che in diverse zone della nostra amata città non sia presente (o sia presente ma inutilizzabile) la linea l'ADSL o qualsiasi servizio di banda larga. Numerose, infatti, sono state le segnalazioni che il MeetUp ha ricevuto in tal senso: Via Salomone, Colle Marcone, San Salvatore e San Martino (dove è presente ma è di qualità pessima), Brecciarola.


Le antenne Wireless potrebbero rappresentare la soluzione: inserite nei punti strategici, potrebbero permettere di superare il divario digitale che intercorre tra le diverse zone considerate "sconvenienti" da coprire dagli operatori privati. E' proprio in quelle zone che il Comune dovrebbe attivarsi con maggior premura.

Queste antenne sono economiche e permettono anche la copertura e il rilancio fino a 50/70km di distanza.


Infine, si potrebbero veicolare attraverso queste tecnologie diversi servizi per permettere al cittadino di seguire con attenzione la vita del proprio comune e di esserne partecipe (ad esempio: votazioni online di gradimento per determinate delibere o proposte da portare in discussione in giunta), le possibilità sono molteplici ma è necessaria un po' di lungimiranza e sappiamo - ahinoi - che l'attuale classe dirigente il più delle volte sembra non averne.


L'augurio di Chieti 5 Stelle per il nuovo anno è che il Sindaco e gli amministratori tutti siano più vicini alle esigenze dei cittadini, li ascoltino e attuino - quando ragionevoli e competenti - le loro richieste al fine di migliorare ed implementare l'offerta di servizi e non solo i propri personali consensi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Wi-fi a Chieti c'è oppure no?

ChietiToday è in caricamento