Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Lanciano

Una delegazione della Sangritana in udienza da Benedetto XVI

Verrà donata al Papa una riproduzione in miniatura del treno "Lupetto" attualmente in servizio sulla rete sociale abruzzese. Il presidente Di Nardo: "Questa impresa può guardare con speranza al futuro"

"Vogliamo iniziare l'anno del centenario nel migliore dei modi, e cioè con una benedizione da parte del Santo Padre". Così il presidente delle Ferrovie Adriatico Sangritana, Pasquale Di Nardo, ha annunciato stamane che una delegazione dell'azienda frentana sarà ricevuta in udienza dal Papa il prossimo mercoledì 20 giugno. Sarà questo il modo, appunto, per dare avvio alle celebrazioni del centenario della nascita, avvenuta il 1° agosto 1912.

La delegazione farà dono a Benedetto XVI di una riproduzione in miniatura del treno "Lupetto" attualmente in servizio sulla rete sociale abruzzese: "Vogliamo testimoniare il fatto - aggiunge Di Nardo - che questa impresa può guardare con speranza al futuro, anche in considerazione di un investimento importante che abbiamo fatto quest'anno, acquistando due locomotori per 6,5 milioni di euro. E poi festeggiamo questo primo secolo di vita, trascorso con grande passione e grande servizio nei confronti del territorio".

Il 6 luglio, invece, Sangritana presenterà il progetto del tram-treno che verrà adottato sulla storica tratta San Vito-Lanciano-Castelfrentano-Crocetta: "Un progetto ambizioso - dice Di Nardo - che ridisegna in modo funzionale e moderno l'intera zona del Mancino a Lanciano". Un altro appuntamento importante, infine, ci sarà il 26 luglio: in quell'occasione verrà inaugurata la sede della Sangritana presso l'interporto di Jesi, in provincia di Ancona, che sarà la base operativa strategica per il trasporto merci su ferro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una delegazione della Sangritana in udienza da Benedetto XVI

ChietiToday è in caricamento