menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virgo Fidelis: i carabinieri premiano la figlia di Claudio Rullo, appuntato caduto in servizio

In cripta la cerimonia per celebrare la patrona dell'Arma e la giornata dell'orfano

I carabinieri hanno celebrato questa mattina nella cripta di San Giustino laricorrenza della “Virgo fidelis”, Patrona dell’Arma, la “giornata dell’orfano” e, contestualmente, il ricordaro dell'anniversario della “Battaglia di Culqualber”. La cerimonia religiosa è stata officiata da monsignor Bruno Forte.

Il comandante della Legione  Carabinieri “Abruzzo e Molise, Carlo Cerrina, ha rivolto un sentito ringraziamento alle autorità civili e militari intervenute, ai rappresentanti delle forze di polizia e militari, ai soci e benemerite dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

L’ufficiale ha quindi omaggiato al Vescovo di un quadro della ceramica di Castelli raffigurante la Virgo Fidelis. Ha poi premiato per la conclusione degli studi universitari Giulia Rullo, orfana di  Claudio Rullo, l’appuntato scelto originario di San Vito Chietino deceduto in servizio il 12 dicembre 2008.

La celebrazione della Virgo Fidelis risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria "Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri", fissandone la ricorrenza al 21 novembre: data in cui la Cristianità celebra la festa liturgica della presentazione di Maria Vergine al tempio ed anniversario della "Battaglia di Culqualber".

Il 21 novembre del 1941 un intero battaglione di Carabinieri si sacrificò in una delle ultime cruente battaglie in terra d'Africa, nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Per quel fatto d'arme fu conferita alla Bandiera dell'Arma dei Carabinieri la seconda Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Con la Virgo Fidelis l'Arma celebra anche la "Giornata dell'Orfano",  istituita nel 1996, che rappresenta per i Carabinieri e per l'Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri un'occasione di concreta vicinanza alle famiglie dei colleghi caduti.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento