Cronaca

Denuncia il marito dopo anni di violenza e ingiurie: ora l'uomo non può più avvicinarsi a lei

L'ultimo grave episodio l'ha convinta a sporgere denuncia contro l'aguzzino, che deve rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali

Per anni ha subito la violenza fisica e i maltrattamenti psicologici del marito, fino all'ultimo grave episodio, i primi del mese, quando è finita in ospedale con una prognosi di 20 giorni. A quel punto, si è decisa a ribellarsi a una vessazione diventata sistematica, denunciando l'uomo e raccontando il suo calvario. 

Nel giro di pochi giorni, gli investigatori della seconda sezione della squadra mobile della questura teatina hanno raccolto un grave quadro indiziario. E, ieri pomeriggio, all'incubo hanno messo fine gli agenti della questura di Chieti, sezione reati contro la persona, che hanno eseguito l’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare emessa dal Gip del tribunale di Chieti, a seguito delle indagini coordinate dalla procura della Repubblica di Chieti.

Il marito violento, un cittadino ucraino, deve rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in danno della moglie, anche lei originaria dell’Ucraina ma da anni residente a Chieti. 

Agli investigatori, ha raccontato della forte conflittualità vissuta tra le mura domestiche e della aggressività del marito, solito ad assumere quantità smodate di sostanze alcoliche. Nello stato di alterazione provocato dall’alcool, spesso l'aveva picchiata colpendola con schiaffi e pugni, minacciandola in diverse occasioni di morte anche con l’uso di un coltello, oltre a ingiuriarla quotidianamente con mortificanti epiteti.

Ora, l'uomo non può più avvicinarla su disposizione del giudice. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia il marito dopo anni di violenza e ingiurie: ora l'uomo non può più avvicinarsi a lei

ChietiToday è in caricamento