Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Violenza contro i genitori anziani e malati: 50enne alcolista di Chieti allontanato da casa

Dopo l'ennesimo caso di maltrattamento è intervenuta la polizia che ha disposto il divieto di avvicinamento all'uomo

Subivano da tempo i maltrattamenti da parte del figlio alcolista nella loro abitazione. È intervenuta la polizia per liberare dall'incubo due anziani genitori di Chieti vittime della violenza del figlio, un 50enne teatino alcolista con alle spalle più di una segnalazione alle forze dell'ordine.

Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Chieti hanno eseguito un’ordinanza che dispone l’allontanamento dalla casa familiare con contestuale divieto di avvicinamento nei confronti dell'uomo. Il provvedimento eseguito è stato emesso dal Gip presso il Tribunale di Chieti Luca De Ninis su richiesta del sostituto Procuratore della Repubblica Lucia Anna Campo.

Il 50enne è indagato in relazione a molteplici e reiterati episodi di maltrattamenti, anche violenti, compiuti nei confronti dei suoi genitori quasi ottantenni e malati.

L’attività di indagine è stata condotta dalla seconda sezione della squadra mobile della questura di Chieti specializzata nei reati contro la persona in particolare quelli commessi in danno di minori e fasce deboli e ha permesso di ricostruire che gli episodi di vessazione, maltrattamenti e violenze sia verbali che fisiche, venivano perpetrati da oltre un anno e mezzo e che le vittime, anche durante tutto il periodo del lockdown causato dal Covid. 

I due anziani, un po' per paura e un po' per un senso di vergogna, avevano sempre sopportato le vessazioni da parte del figlio omettendo di segnalarle fino a quando la situazione è diventata per loro insostenibile. Solo a quel punto è stato richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine.

In particolare, durante i primi giorni del mese di febbraio l’ufficio volanti è intervenuto, a richiesta delle vittime, dopo una violenta lite: il cinquantenne aveva percosso e malmenato entrambi i genitori minacciandoli di morte. I due anziani erano stati costretti ad abbandonare la propria abitazione e a rifugiarsi da alcuni congiunti residenti fuori provincia. 

Il giudice, oltre all’allontanamento dalla casa familiare, che a questo punto potrà essere nuovamente abitata dagli anziani coniugi, ha inoltre disposto il divieto di avvicinamento fisico ai due genitori con obbligo di mantenersi a una distanza di almeno 300 metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza contro i genitori anziani e malati: 50enne alcolista di Chieti allontanato da casa

ChietiToday è in caricamento