menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vinitaly: boom di premi per le cantine cooperative del chietino al '5 star wines'

Reegalano all'Abruzzo il quarto posto nella classifica nazionale per le imprese cooperative che hanno ottenuto riconoscimenti. Vanno forte Montepulciano e Pecorino

Le cantine cooperative della provincia di Chieti fanno incetta di premi al Vinitaly 2016 e regalano all’Abruzzo il quarto posto nella classifica nazionale per le imprese cooperative che hanno ottenuto riconoscimenti relativi al nuovo premio internazionale ‘5 star Wines’.

Ai vini vincitori è stato assegnato un valore espresso in centesimi (punteggi da 90 centesimi in su). In particolare, in Abruzzo su un totale di 21 premi ricevuti, 10 sono quelli relativi ai vini prodotti da cantine cooperative. Si sono fatte notare la Cantina Frentana, che ha conquistato il podio con un punteggio di 93/100 ottenuto dall’Abruzzo Doc Pecorino “Costa Del Mulino” 2015 e Codice Citra che ha conquistato il maggior numero di premi. 

Otto riconoscimenti in totale al Montepulciano d’Abruzzo, così suddivisi: quattro con 91/100 di cui due vini prodotti rispettivamente dalla Cantina Sociale di Ripa Teatina e da Codice Citra, quattro con 90/100 di cui uno della Cantina Sociale San Nicola di Pollutri (associata Codice Citra). Cinque premi in totale al Pecorino che, oltre a conquistare il podio con 93/100, ha ottenuto un punteggio di 92/100 e altri tre di 90/100 di cui due attribuiti a Codice Citra e Cantina Tollo. Segue la classifica il Cerasuolo d’Abruzzo, che ha ottenuto 4 riconoscimenti totali con punteggio da 91/100 di cui uno va alla Cantina Sociale San Nicola di Pollutri (associata Codice Citra). Arriviamo al Trebbiano d’Abruzzo che ha ricevuto due punteggi di 91/100 per i vini rispettivamente prodotti da Cantina Tollo e Codice Citra. L’ultimo, ma non meno importante, è il 90/100 ottenuto dall’unica Passerina presente in classifica, prodotta da Codice Citra. 

Il premio ‘5 Star Wines’ è stato lanciato quest’anno da Vinitaly e ha tra le principali innovazioni: giudici specializzati per aree produttive, in grado di comprendere la qualità sulla base delle specifiche peculiarità del luogo di origine dei vini e valore espresso in centesimi che consente una classificazione dei vini più semplice a livello internazionale. 

“Siamo estremamente soddisfatti dei premi ricevuti. - ha commentato Massimiliano Monetti neo-presidente Confcooperative Abruzzo – Questo simboleggia la qualità dei vini prodotti dalle cooperative vitivinicole abruzzesi, che ricordiamo rappresenta oltre l’80% della produzione regionale e conta 15.000 addetti. Il Montepulciano d’Abruzzo si conferma il vino principe della regione, ma è il Pecorino il vero protagonista che sta conquistando un po’ tutti, dai palati più giovani a quelli più esperti. Questi risultati sono il frutto di un infaticabile lavoro fatto negli ultimi anni ed è la dimostrazione che la cooperazione vitivinicola in Abruzzo può crescere ancora tanto indirizzando le sue scelte verso il miglioramento della commercializzazione a livello internazionale, la promozione dei vitigni autoctoni e l’aggregazione.” 

Fedagri-Confcooperative Abruzzo è tra le organizzazioni più importanti di rappresentanza e tutela delle imprese cooperative dell'agroalimentare presenti in regione. In Abruzzo è espressione di quasi 10.000 soci e 2.500 addetti che operano attraverso 60 imprese cooperative con un fatturato complessivo che supera i 400 milioni di euro di cui circa il 40% proviene dal comparto vitivinicolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento