Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | Letture e riflessioni: una cena per dare voce alle donne vittime di violenza

Una serata per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica su un tema drammaticamente diffuso anche in Abruzzo

 

Si è svolto sabato sera a Roccamontepiano l’incontro dal titolo “Non una di meno" organizzato dall'amministrazione locale insieme all’associazione “le Macine”. La serata si è svolta attraverso una serie di letture e riflessioni di brani, grazie alla collaborazione con il "Piccolo laboratorio teatrale" presieduto da Fabio Di Cocco, con l'obiettivo di sensibilizzare i presenti sul tema del femminicidio. Il percorso ha preso spunto dal progetto editoriale sul testo di “Ferire a morte", pubblicato della scrittrice e conduttrice televisiva Serena Dandini. ll lavoro della Dandini nasce da fatti di cronaca con l'obiettivo di dare voce alle vittime di violenza.

«L’obiettivo è quello di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica su questo tema così drammaticamente attuale e diffuso, anche nel nostro Abruzzo – spiega l’assessore alla cultura di Roccamontepiano, Maria Lucia Calice – i brani che letti si riferiscono a storie realmente accadute. Storie che in molti casi sono difficili anche da raccontare. Nel libro viene data idealmente la parola a donne di tutto il mondo che, passate ormai a vita ultraterrena, raccontano le loro storie accomunate dalle violenze subite».

L'occasione è servita anche per presentare il centro antiviolenza MAJA di Guardiagrele, inaugurato a novembre nel territorio guardiese, in via Occidentale 63. La struttura offre un servizio di ascolto e supporto a disposizione di tutte le donne, in collaborazione con il centro Alpha di Chieti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento