menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viabilità Passolanciano- Majelletta, la Provincia replica

Il vicepresidente Antonio Tamburrino: "E' un problema che non si risolve solo attuando il Piano neve. Per intasare quella tratta di strada basta poco: una manovra avventata o un'auto non parcheggiata correttamente e il traffico va il tilt. "

“L’ingorgo e i disagi registrati sulla strada provinciale che sale da Pretoro agli impianti sciistici di Passolanciano non sono stati causati dal mancato intervento da parte della Provincia di Chieti. E’ un problema che non si risolve solo attuando il Piano neve”. Così il vicepresidente della Provincia, Antonio Tamburrino,  respinge le accuse mosse nei confronti dell’Ente in concomitanza della nevicata dei giorni scorsi.

Tamburrino spiega che il piano neve della Provincia di Chieti ha funzionato e che gli spazzaneve hanno lavorato anche nelle ore notturne per ripristinare la viabilità lungo l’asse Pretoro-Passolanciano  provvedendo anche allo spargimento del sale nelle prime ore del mattino. E’ stato anche disposto l’ampliamento del tratto di strada all’ingresso dei piazzali adibiti a parcheggio.

“Le problematiche di ordine pubblico rappresentano il vero vulnus del territorio della Majelletta, criticità che sono emerse in questi giorni di traffico veicolare eccezionale e che sono imputabili a carenze di altra natura – sostiene Tamburrino - come Provincia abbiamo sottoscritto un accordo per la gestione dei parcheggi con il comune di Pretoro e la Protezione Civile e messo a disposizione in questi giorni la nostra Polizia provinciale a supporto costante delle Forze dell’Ordine per le attività di regolazione del traffico e di controllo delle vetture purtroppo non sempre dotate di catene o di gomme adeguate. Per intasare quella tratta di strada basta poco, una manovra avventata o un’auto non parcheggiata correttamente che il traffico va il tilt. Per risolvere i problemi di viabilità che la caratterizzano – chiude-  bisognerebbe pianificare ben altro qualora ci fossero le risorse per farlo, a beneficio delle attività produttive e di quelle turistiche dell’intero territorio montano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento