menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Verde, sos parcheggi: operatori preoccupati alla viglia della stagione estiva

Vertice in Comune a Fossacesia: i sindaci Di Giuseppantonio, Di Rito e Di Fonso scrivono alla Provincia di Chieti

Riaprire alla sosta delle auto le parti che non sono interessate dalla pista ciclopedonale lungo la Costa dei Trabocchi; individuare nuovi spazi per la realizzazione dei parcheggi; dare vita a una programmazione per indire bandi per la concessione delle aree pubbliche; fissare un incontro tra Comuni costieri, Provincia, Regione, Anas e Ferrovie dello Stato per discutere sui finanziamenti per l’acquisizione degli ex immobili delle FS prima che il contratto di concessione d’uso delle ex stazioni e dei caselli esistenti lungo l’ex tracciato scada.

Sono queste le richieste contenute nel documento finale elaborato a conclusione della riunione che oggi si è tenuta nella Sala Consiliare del Comune di Fossacesia, indetta dai Sindaci Enrico Di Giuseppantonio (Fossacesia), Gianni Di Rito (Rocca San Giovanni)  e Nino Di Fonso, (Torino di Sangro) ed alla quale sono stati invitati il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, proprietaria e competente delle aree, e gli operatori interessati alla delicata questione relativa ai parcheggi in prossimità delle ex stazioni ed in altre zone della Via Verde. Presenti anche l’architetto Francesco Faraone, direttore dei lavori sulla via Verde, e il presidente delle Autolinee Di Fonzo, l’ingegner Alfonso Di Fonzo.

"Nonostante l’importanza dell’argomento che riguarda quel che è da considerarsi il cuore della Costa dei Trabocchi, il Presidente Pupillo è stato assente “ingiustificato” alla riunione, convocata in vista dell’avvio della stagione estiva 2019. La nostra preoccupazione, anche alla luce delle esigenze che ci sono state espresse dai ristoratori, dai gestori delle attività balneari e da tutti gli operatori di settore le cui attività sono ubicate nell’area prospiciente i parcheggi, è quella di mettere nella condizione i turisti e i villeggianti di poter raggiungere locali, trabocchi, stabilimenti balneari e spiagge libere nel miglior modo possibile – hanno affermato i sindaci di Fossacesia, Rocca San Giovanni e Torino di Sangro -. Tra qualche giorno parte del percorso ciclopedonale sarà asfaltato e entro l’8 agosto i lavori dovranno riconsegnati. Pertanto le aree prima adibite a parcheggi non potranno più avere tale destinazione e quindi le attività ivi presenti non potranno essere raggiunte agevolmente e questo potrebbe provocare contraccolpi economici".

Più volte i sindaci hanno chiesto incontri con la Provincia, proprietaria delle aree dove si sta realizzando la via Verde. "Le situazioni più difficili -sottolineano Di Giuseppantonio, Di Rito e Di Fonso - si prospettano per il tratto di litorale fra Rocca San Giovanni e la zona nord della spiaggia di Fossacesia Marina, dove tra l’altro sono concentrati il maggior numero di ristoranti e di trabocchi. Ci rendiamo conto che la Provincia, dopo la riforma Del Rio, non ha fondi, ma quel che ci preme maggiormente è fare squadra per poter individuare insieme le alternative, come la riapertura, seppur parziale delle aree delle ex stazioni o di zone dove poter realizzare nuovi parcheggi. Con il documento di oggi, torniamo a sollecitare il presidente Pupillo perché questi argomenti siano affrontati al più presto nell’interesse non solo del turismo dei centri che si affacciano sulla Costa dei Trabocchi ma anche dell’intero Abruzzo”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento