menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
via Masci killer (foto Cristiano Vignali)

via Masci killer (foto Cristiano Vignali)

Via Masci 'infernale': buche e pericoli per auto, moto e bici

Manto stradale dissestato, toppe di asfalto per diverse centinaia di metri: via Masci lascia il segno. Il sindaco Di Primio ha scritto alla Provincia chiedendo un intervento urgente sull'arteria di accesso alla città. C'è un progetto da 1,7 milioni che dovrebbe partire a breve

Dissestato e pieno di buche, il manto stradale di via Filippo Masci sta lasciando il segno sia sulle vetture che nella mente degli automobilisti che almeno una volta negli ultimi tempi hanno percorso il tragitto che porta dalla Fondovalle Alento allo svincolo per il Tricalle e al quartiere Levante.

Nei giorni scorsi il sindaco Di Primio ha scritto una lettera al presidente della Provincia, Ente competente per la strada, chiedendo a Mario Pupillo un intervento urgente.  “Via Masci, una delle principali arterie di accesso alla città versa in condizioni poco decorose che mettono a repentaglio l’incolumità di chi la percorre” ha scritto Di Primio anche a D'Alfonso, invocando, qualora la Provincia non potesse intervenire urgentemente, l’interessamento della Regione.

Ma il tratto di strada provinciale è estremamente pericoloso anche per le biciclette, i motorini e le moto.  Proprio dai ciclisti arrivano numerose segnalazioni, raccolte dal gruppo Teate 5 Stelle

"La strada è stata interessata da alcuni lavori ma non è mai stata ripristinata. Ci sono toppe di asfalto per diverse centinaia di metri e leggermente sottoposte rispetto al resto dell’asfalto che fa perdere facilmente il controllo dei mezzi- sottolinea Andrea Di Ciano in una nota -  In molti casi i ciclisti e i ciclomotoristi sono costretti a portarsi sulla sinistra di quel ‘cordolo infernale’, vista la quasi impraticabilità della destra della carreggiata, rischiando di essere investiti dalle auto che, più veloci, sopraggiungono nella stessa direzione di marcia". 

Spesso l'alternativa è quella tra tenere la destra e rischiare di cadere, incappando nelle numerosissime buche o dissesto della sede stradale, o spostarsi un po' più a sinistra rischiando di essere investiti da qualche mezzo a motore che sopraggiunge. Insomma, una situazione di pericolo e di disagio un po’ per tutti gli utenti della strada, nessuno escluso.

Ma dagli Uffici della Provincia al momento rassicurano circa l’avvio imminente di una serie di lavori lungo l’arteria fino alla superstrada Chieti - Val Pescara (Provinciale 223). Gli interventi comprenderanno, oltre al rifacimento del manto stradale, l’ampliamento delle corsie, una rotatoria e nuovi guardrail, per un importo di circa 1,7 milioni di fondi regionali. Il progetto esiste, noi aspettiamo che i lavori inizino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento