Cronaca Centro Storico / Via dei Tintori

Vent'anni fa crollava via dei Tintori, il Comune: "Entro dicembre lavori finiti"

Colantonio annuncia la quasi conclusione dei lavori sulla via dell'antico quartiere Trivigliano che si affaccia sull'Ipogeo di Porta Pescara. Qui, in tre anni, oltre diecimila visitatori hanno potuto scoprire la Chieti sotterranea

Il 18 novembre 1994, esattamente vent’anni fa, un terribile crollo cambiò la morfologia di via dei Tintori, rendendo da quel momento in poi inagibile l’area che si affaccia su Porta Pescara.

A vent’anni da quella brutta notte, l’amministrazione comunale annuncia che i lavori sono quasi conclusi e che la strada sarà restituita alla fruibilità di cittadini e residenti entro il mese di dicembre.

I LAVORI -  L’assessore ai Lavori Pubblici, Mario Colantonio, questa mattina nel corso di una conferenza stampa in loco ha ricordato gli interventi programmati per il completamento di via dei Tintori con un apposito progetto finanziato con fondi comunitari Por-Fers per 140 mila euro. L’intervento è consistito nel ripristinare il piano stradale con travertino e porfido e nel completamento di tutti i sottoservizi. Sono state inoltre realizzate ringhiere protezionali ed è stata posizionata una nuova pubblica illuminazione.

“A breve, dunque – ha dichiarato Colantonio - verrà restituito un altro pezzo della sua storia finito nel dimenticatoio e che torna a nuova vita per rendere più agevole il percorso dei numerosi cittadini verso il centro città e viceversa. Su questa area l’amministrazione comunale intende anche concretizzare un ulteriore tassello: quello della riqualificazione di 4 appartamenti sovrastanti la via dei Tintori che il Comune di Chieti acquisì quali beni espropriati a seguito del crollo. A tale proposito è stato richiesto alla Regione Abruzzo un finanziamento pari a 270.000 euro”.

L'IPOGEO - Il 29 maggio del 2011 l’amministrazione Di Primio ha riaperto l’Ipogeo di Porta Pescara , dove abitualmente l’associazione C.A.R.S. – Centro Appenninico Ricerche Sotterranee organizza visite guidate. “Dalla sua inaugurazione l’Ipogeo di Porta Pescara, l’unico di proprietà comunale, è stato visitato da quasi 10.000 persone tra turisti, cittadini, scolaresche – ha sottolineato il consigliere comunale Emiliano Vitale, ricordando come la struttura sotterranea è stata anche scelta, un anno fa,  quale set per un film del fantasy in fase di realizzazione.  “Grazie al contributo del geometra Natelli – ha concluso -l’ipogeo è ora fruibile in 3 D: ciò consentirà la creazione di una mappatura completa di questo come degli altri ipogei cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vent'anni fa crollava via dei Tintori, il Comune: "Entro dicembre lavori finiti"

ChietiToday è in caricamento