Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Madonna degli Angeli / Via dei Saponari

LETTORI Via dei Saponari, a che serve il muro di protezione?

Un'opera costosa e lunga per un lavoro a singhiozzo e, a parere del lettore, immotivato. Poco più avanti, in via Herio, fra poco si aprirà una voragine. Non era meglio asfaltare?

A Chieti il comune prende iniziative ecologiche bizzarre.

Nel 2011 programmò i lavori di sistemazione a verde, di aree minori sparse e di quelle a corredo delle zone di transito pedonali e viabili.

All’intersezione fra via A.Herio e Via dei Saponari, nel mese di luglio 2012, erano iniziati i lavori programmati nel mese di marzo e con il termine dei lavori nel mese di novembre 2012.

Ci troviamo a febbraio 2013 e non si capisce quando i lavori termineranno.

In un’aiuola molto piccola, esisteva una piccola e dignitosa fontana che per il comune non aveva più alcun valore storico perché in condizioni di estremo degrado e non funzionante per totali carenze impiantistiche e tecnologiche.

Bastava investire pochi euro e renderla funzionante. Questa fontana verrà sostituita da una nuova fontana più” tecnologica”.

In questo spazio limitato verrà realizzato anche un nuovo progetto composto da un luogo di sosta con sedute, fontanino, leggio, prato, muretto di protezione a valle e siepe di filtro con il marciapiedi di via Herio. La spesa prevista è di 305.000 euro e 8 mesi lavorativi.

Quello che lascia perplesso il cittadino, oltre alla spesa ed al tempo di esecuzione dell’opera, è il muro di protezione in cemento armato e non muretto, a valle, già realizzato.

Se non esiste dislivello,questo muro, cosa deve proteggere? Inoltre nasconderà il panorama.

Questa idea viene realizzata in una zona fra le più rumorose ed inquinate della città.

I lavori iniziati il 2 luglio proseguono a rilento. Si interrompono facilmente e poi riprendono …

Perché l’amministrazione comunale ha investito questa enorme cifra per un lavoro immotivato?

Non era meglio ripristinare l’illuminazione stradale in Via Campana o sistemare i 20 metri di marciapiede in Via Pianell o asfaltare via A.Herio,dove fra poco si aprirà una voragine con la strada così mal ridotta?

Inoltre, per far capire e partecipare i cittadini ai progetti da realizzare, perché non si inserisce sul tabellone dei lavori una foto del plastico che qualcuno ha pensato?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI Via dei Saponari, a che serve il muro di protezione?

ChietiToday è in caricamento