menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Via Crucis dei lavoratori nel ricordo delle vittime di Rigopiano

All'associazione che riunisce i familiari della vittime è stata affidata l'organizzazione della V stazione. E in tanti sono arrivati da fuori città, con le foto dei loro cari scomparsi all'hotel

C'è stato anche il ricordo delle vittime della tragedia dell'hotel Rigopiano, ieri pomeriggio, nel corso della tradizionale Via Crucis dei lavoratori. La processione, organizzata dalle Acli provinciali, si è tenuta all'interno della cattedrale di San Giustino, a causa della pioggia. 

All'associazione Famiglia vittime di Rigopiano era stata assegnata la V stazione, "Gesù è aiutato dal Cireneo", con il tema della sicurezza.

Tanti familiari delle vittime sono arrivati a Chieti per partecipare alla Via Crucis, portando la foto del proprio caro. Era presente anche l'associazione Polizia di Stato, con il medagliere al merito, in ricordo di Dino Di Michelangelo. 

Ed è stato toccante il ricordo delle 29 persone scomparse, con la preghiera letta, in rappresentanza del papà di Cecilia Martella, che lavorava nel resort. Una preghiera significativa, da cui è emerso tutto il dolore e l'impegno quotidiano per avere verità e giustizia su quanto accaduto il 18 gennaio dell'anno scorso:

Verità e giustizia alimentino lo spirito di umana fraternità affinché noi, vittime dell'immane tragedia di Rigopiano, possiamo restare sempre tutti uniti e solidali. Nel nostro agire quotidiano, prevalga lo stile della gratuità e quando la croce si fa troppo pesante, donaci la certezza che la tua potenza si manifesti nella nostra debolezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento