Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca San Salvo

San Salvo: la vertenza Pilkington va in Parlamento

L'azienda potrebbe ridimensionare il sito di San Salvo: si parla di oltre duecento esuberi di quasi quattrocento interinali messi alla porta. Il consigliere regionale Palomba è intenzonato a portare la vertenza Pilkington in Parlamento

La vertenza Pilkington approda in Parlamento, grazie all’interessamento del consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Paolo Palomba.

Il colosso del vetro ha probabilmente intenzione di delocalizzare la produzione, ridimensionando il sito di San Salvo. Un'ipotesi che, se verificata, darebbe il colpo di grazia a un territorio già fortemente depresso dal punto di vista occupazionale.

"Sto seguendo con apprensione il caso Pilkington e le insistenti voci di tagli al personale rilanciate dai sindacati - spiega il consigliere regionale Palomba - Si parla di oltre duecento esuberi di quasi quattrocento interinali messi alla porta".

Attorno alla Pilkington ruotano migliaia di famiglie vastesi, anche dell’entroterra, per le quali i tagli rappresenterebbero la cancellazione dell’unica fonte di reddito. "Un’eventualità da scongiurare ad ogni costo - aggiunge il consigliere Idv, che presenterà un’interpellanza urgente al governatore Chiodi, per sollecitare la Regione a difendere il sito produttivo di San Salvo. "E soprattutto porterò la vertenza Pilkington all’attenzione del presidente Di Pietro - aggiunge - affinché, grazie anche all’interessamento dell’onorevole Zipponi, il caso, con tutta la sua urgenza e gravità, approdi nelle aule del Parlamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Salvo: la vertenza Pilkington va in Parlamento

ChietiToday è in caricamento