Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Danni da maltempo: scatta l'obbligo di verifica per gli immobili che contengono amianto

Firmata l'ordinanza dal sindaco di San Giovanni Teatino: chi non si attiene rischia la segnalazione all'autorità giudiziaria

Il sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci, con ordinanza n. 13 del 18 luglio 2019, ha disposto la "Verifica degli immobili che contengono materiale di cemento-amianto sulle coperture o comunque in luoghi esposti alle intemperie".

In particolare viene ordinato, ai soggetti privati e pubblici proprietari e/o conduttori a qualsiasi titolo dei citati immobili, di avviare immediatamente una ricognizione sullo stato di tali immobili, al fine di verificare l'integrità o meno del cemento amianto e di comunicare il risultato, entro 10 giorni, attraverso la produzione di documentazione fotografica che dovrà essere consegnata all'Ufficio Protocollo del Comune o trasmessa via pec all'indirizzo comunesgt@pec.it. Sarà poi cura del Comune informare la ASL sui risultati dell'attività.

"Si tratta di una misura cautelativa - spiega Marinucci - dovuta all'eccezionalità di un evento, come la grandinata dello scorso 10 luglio, che potrebbe aver portato alla luce coperture in amianto prima sconosciute, oppure meccanismi di rottura delle coperture conosciute ed esistenti in cemento-amianto. Si rende quindi necessaria una verifica immediata, per tutelare la salute pubblica e porre rimedio a situazioni di natura eccezionale e imprevedibile".

"Sul nostro territorio - spiega l'assessore all'ambiente Ester De Nicola - sono presenti numerosi manufatti con coperture in cemento-amianto, soprattutto nelle zone industriali, commerciali ed artigianali, che potrebbero aver subito gravi deterioramenti a causa della grandine dello scorso 10 luglio. L'eccezionale rovescio potrebbe aver aggravato l'ordinaria condizione di potenziale pericolosità di tale materiale. Ritenuto che possa sussistere un profilo di rischio per l'incolumità e la salute pubblica, dovuto sia al dilavamento che alla potenziale dispersione nell'aria delle fibre cemento, abbiamo ritenuto opportuno intervenire, preventivamente, con un provvedimento d'urgenza".

L'amministrazione Marinucci chiede la massima collaborazione ed avverte che l'inottemperanza, anche parziale, dell'ordinanza comporterà la segnalazione alla competente autorità giudiziaria come da art. 650 del codice penale, e l'applicazione delle sanzioni previste dalla Legge n.257/1992.

È possibile ottenere informazioni sul provvedimento e sullo stato della pratica rivolgendosi agli uffici del settore III del Comune di San Giovanni Teatino.

L'ordinanza n.133 è stata pubblica nell'Albo Pretorio del Comune venerdì 19 luglio 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni da maltempo: scatta l'obbligo di verifica per gli immobili che contengono amianto

ChietiToday è in caricamento