"Il verde urbano di Francavilla è abbandonato": la denuncia delle associazioni

Il Co.n.al.pa. delegazione Pescara-Chieti e l’Aiapp Abruzzo Molise segnalano lo stato di abbandono delle principali strade

Il Co.n.al.pa. delegazione Pescara-Chieti e l’Aiapp Abruzzo Molise segnalano lo stato di abbandono e degrado del verde urbano in viale Monte Sirente e via Monte Corno a Francavilla al Mare. La parallela interna di viale Alcyone, la principale strada di Francavilla nord, ospita un filare di aceri, si tratta di Acer pseudoplatanus, albero di prima grandezza la cui chioma in natura arriva a 30 metri di altezza e quasi altrettanti di larghezza. 

"Viale Monte Sirente è lungo circa 1 chilometro e si prolunga in via Monte Corno, ma la sezione stradale di entrambe è molto ridotta, per non parlare della larghezza dei marciapiedi che superano di poco il metro e lungo i quali si allineano le aiuole quadrate minuscole, dentro le quali tentano di sopravvivere gli aceri. “Sarebbe meglio dire tentavano perchè in realtà sono molte di più le aiuole vuote di quelle con dentro un albero” spiega Alessia Brignardello, botanico paesaggista, vicepresidente di Aiapp Abruzzo Molise e Co.n.al.pa. Pescara-Chieti. “Nel tempo, infatti, molti sono morti - aggiunge - e quelli rimasti sono stati malamente potati e deturpati per contenerli. Costretti a vivere in spazi angusti, in molti punti le radici hanno sollevato il marciapiede e divelto il cordolo dell’aiuola alla ricerca di ossigeno e acqua. Il risultato è che i marciapiedi sono impraticabili perché le aiuole sollevate ne occupano tutto lo spazio e al posto degli alberi ormai scomparsi contengono infestanti e rifiuti di ogni genere”.

“Dove la speculazione edilizia costiera si è unita all’ignoranza nella scelta degli alberi il risultato è sotto gli occhi di tutti”, spiega la presidente di Co.n.al.pa. Pescara – Chieti Annalisa Petrucciani. “Un viale in assoluto degrado, dove gli alberi non trovano il loro posto al sole e i cittadini non hanno marciapiedi sicuri e ombreggiati. Ricordiamo ancora una volta - incalza - quanto sia importante incrementare il verde urbano, soprattutto in una situazione di forte cementificazione come a Francavilla, in cui è importantissimo creare servizi ecosistemici, realizzando progetti di qualità che migliorano l’esistenza dei cittadini. Per questo, chiediamo all’amministrazione comunale di Francavilla di intervenire e ripristinare il verde ove dominano adesso le erbacce e i rifiuti, inserendo alberi idonei e conservando quelli esistenti con un miglioramento degli spazi vitali e dei marciapiedi".

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Ciao Lorenzo, tanta commozione al funerale del ragazzo morto durante una partita di calcetto

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • La guida agli eventi del Ferragosto 2019

Torna su
ChietiToday è in caricamento