Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Venerdì torna il maltempo: giornata critica su tutta la Regione

Una nuova ondata di neve con picchi di intensità pari a quelli della settimana precedente è prevista per la giornata di domani. Il Comitato operativo regionale per l'emergenza si è riunito per dare le disposizioni

La giornata di domani si preannuncia critica su gran parte del territorio regionale.

Il tavolo del Comitato operativo regionale per l'emergenza (Core) riunitosi stamattina a L'Aquila disegna un quadro alquanto difficile sul fronte del maltempo. Intense nevicate potrebbero infatti interessare le zone del Teramano, del Vastese, della Valle Peligna, dell'Alto Sangro e della Marsica.

SITUAZIONE I dati Cetemps parlano di "una nuova ondata di neve che potrebbe avere picchi di intensità pari a quella della settimana precedente, con cumuli che andranno dai 20 ai 60 centimetri nei centri di media altura fino a raggiungere il metro nelle zone di montagna. Nei comuni costieri, invece, le precipitazioni nevose dipenderanno dalle temperature che si genereranno localmente".

"Stiamo individuando al meglio le zone che potrebbero essere maggiormente a rischio - spiega l'assessore alla Protezione civile Gianfranco Giuliante - sulle quali poi concentrare il maggior sforzo di coordinamento e di prevenzione. È chiaro che il problema centrale rimane quello della mobilità".

RIFIUTI Alla riunione del Comitato operativo si è parlato anche dei rifiuti: il problema maggiore è il ritiro e trasporto da parte dei comuni e degli enti gestori. L'assessorato all'Ambiente ha invitato tutti i Consorzi a garantire la continuità del servizio, accertare l'efficienza del parco automezzi con la dotazione di catene e pneumatici antineve, aggiungendo che i Comuni "potranno emanare disposizioni specifiche e particolari, in accordo con Consorzi e aziende private, per garantire continuità al servizio di raccolta rifiuti".

A Chieti si sta procedendo al conferimento misto di rifiuti tramite 11 punti di raccolta strategici istituiti in centro e la raccolta a bordo strada da parte della Ditta Mantini.

TRASPORTI Sul fronte dei trasporti è stata istituita una unità di crisi che fa capo al direttore dell'assessorato ai Trasporti, Carla Mannetti, per assicurare il monitoraggio completo e continuo sullo stato di percorribilità delle autostrade attribuendo a seconda della gravità della situazione tre tipi di codice: giallo, rosso e nero. Le aziende di trasporto prima di far partire l'autobus, si accerteranno presso l'unità di crisi il codice applicato e si comporteranno di conseguenza. Inoltre le Ferrovie dello Stato hanno comunicato alla Regione che i treni di notte percorreranno le linee per evitare intasamenti di neve. Da domani (venerdì 10) fino a fine emergenza saranno chiuse alcune linee secondarie della rete in Abruzzo: Sulmona-L'Aquila-Rieti-Terni; Giulianova-Teramo; Sulmona-Avezzano-Tivoli; Avezzano-Roccasecca. L'Anas invece ha collocato turbine a Sulmona per garantire il servizio su Statale 17 e Tiburtina Valeria, ha recuperato tutti gli ordinativi di sale dei giorni precedenti.

SPESE EMERGENZA Per quanto riguarda le spese da considerare non appena sarà terminata la fase di emergenza il presidente della Regione Gianni Chiodi rassicura: "Le spese per l'emergenza neve sostenute e da sostenere saranno pagate dallo Stato, come sancirà il prossimo Consiglio dei Ministri: il sindaco e i presidenti di Regione, con questa garanzia, possono organizzarsi al meglio senza doversi preoccupare degli aspetti finanziari. Insisteremo, comunque, anche per far riconoscere il ristoro dei danni alle imprese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venerdì torna il maltempo: giornata critica su tutta la Regione

ChietiToday è in caricamento