Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Vasto: tornano in carcere gli spacciatori delle feste patronali

Erano stati beccati lo scorso 24 settembre dai carabinieri con oltre un chilo di eroina. Ai due romani coinvolti vennero concessi i domiciliari, adesso dovranno tornare in carcere

Erano stati arrestati lo scorso 24 settembre a Vasto con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si aggiravano nel quartiere San Paolo a bordo di una Bmw 'X5' e di una Fiat 'Punto. Dopo un inseguimento durato alcuni chilometri, erano stati fermati dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Vasto alle porte di Monteodorisio. Qui, una volta effettuata la perquisizione, i militari trovarono circa 20mila euro in contanti e più di un chilo di eroina nascosta nell'utilitaria.

I tre, due romani e un tunisino, secondo i Carabinieri erano a Vasto per rifornire il mercato locale in occasione delle feste patronali in onore di San Michele, che si sarebbero svolte di lì a poco.

Appena qualche giorno dopo l'arresto il Gip del Tribunale di Vasto aveva deciso di concedere la misura più lieve dei domiciliari ad A.D.G., 37 anni e M.D.A., 55, entrambi di Roma.

Adesso però, il Tribunale del Riesame ha accolto l'appello del pubblico ministero Giancarlo Ciani: i due spacciaotri devono tornare in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: tornano in carcere gli spacciatori delle feste patronali

ChietiToday è in caricamento